Presidente, sindaci e collegio sindacale delle S.p.A.

Società per azioni
Società per azioni

Nelle Società per Azioni rientranti nel modello tradizionale il collegio sindacale si compone di 3 o 5 membri effettivi e 2 supplenti. Di questi almeno un membro effettivo e un supplente devono essere iscritti nell'albo dei revisori legali. Il presidente del collegio è nominato dall’assemblea. I sindaci, nominati per la prima volta nell’atto costitutivo e successivamente dall’assemblea, restano in carica solo per 3 esercizi e decadono alla data di approvazione del bilancio relativo al 3° esercizio dalla nomina. E’ possibile sostituire un sindaco soltanto nei casi in cui questi muoia, rinunci o decada. In tal caso entrano in carica i sindaci supplenti i quali rimarranno in carica fino all’assemblea successiva, momento in cui verranno nominati i nuovi sindaci. A loro volta i nuovi sindaci cesseranno contemporaneamente a quelli rimasti in carica.

Il collegio sindacale deve riunirsi almeno ogni 90 giorni e deve essere presente almeno la maggioranza dei sindaci. Il sindaco che non partecipa a due riunioni consecutive senza giustificato motivo decade dall’ufficio. Al termine delle riunioni occorre redigere il verbale e trascriverlo nel Libro delle adunanze del collegio sindacale. I sindaci devono adempiere i loro doveri con la professionalità e con diligenza richieste dalla natura dell'incarico; sono responsabili della verità delle loro attestazioni e devono conservare il segreto sui fatti e sui documenti di cui hanno conoscenza per ragione del loro ufficio.

Fra i poteri del collegio sindacale si annoverano:

  • procedere, anche individualmente, ad atti di ispezione e controllo;
  • chiedere agli amministratori notizie, anche con riferimento a società controllate, sull’andamento delle operazioni sociali o su determinati affari;
  • scambiare informazioni con i corrispondenti organi delle società controllate in merito ai sistemi di amministrazione e controllo e all’andamento dell’attività sociale;
  • avvalersi di propri dipendenti e ausiliari.

Articoli correlati

Tags: 

Aggiungi un commento