Imu: come pagare l’imposta sugli immobili?

Casa e Imu
Casa e Imu

Il mese di giugno è sempre più vicino e occorre prepararsi ad un appuntamento molto importante, quello del debutto dell’Imu, l’imposta municipale sugli immobili. Vediamo, allora, di riepilogare le ultime novità che in questi giorni sono state presentate in particolare riguardo alle modalità di pagamento.

E’ certo, ormai, che l’acconto dovrà essere calcolato utilizzando l’aliquota base. Sarà successivamente, nel mese di dicembre, che si dovranno eseguire nuovamente i calcoli applicando l’aliquota corretta e deliberata dai Comuni.

Il pagamento dell’Imu deve essere effettuato esclusivamente tramite modello F24, utilizzando i codici tributo istituiti con la circolare 35 del 12 aprile dell'Agenzia delle Entrate. Nella circolare sono indicati i dieci nuovi codici tributo con i quali è possibile qualificare nel dettaglio i singoli versamenti e indirizzarli al giusto destinatario:

  • 3912 abitazione principale e relative pertinenze (destinatario il Comune);
  • 3913 fabbricati rurali ad uso strumentale (destinatario il Comune);
  • 3914 terreni (destinatario il Comune);
  • 3915 terreni (destinatario lo Stato);
  • 3916 aree fabbricabili (destinatario il Comune);
  • 3917 aree fabbricabili (destinatario lo Stato);
  • 3918 altri fabbricati (destinatario il Comune);
  • 3919 altri fabbricati (destinatario lo Stato);
  • 3923 interessi da accertamento (destinatario il Comune);
  • 3924 sanzioni da accertamento (destinatario il Comune).

I titolari di Partita Iva dovranno effettuare i pagamenti esclusivamente on line. Per tutti gli altri è consentita anche la tradizionale via cartacea presentando il modello di pagamento alle Poste, alle banche o agli agenti della riscossione.

Articoli correlati

Tags: 

Aggiungi un commento