Investimento in azienda: ottimo il venture capital del business angel

Investimenti
Investimenti

I business angels sono persone fisiche che acquisiscono quote di imprese di piccole dimensioni ma con grandi potenzialità di crescita apportando capitale proprio in cambio di una partecipazione nel capitale sociale dell’impresa. Si tratta, in pratica, di manager che partecipano alla crescita dell’impresa contribuendo con capitali e know-how.

L’operazione di investimento viene normalmente intrapresa mediante un aumento di capitale nella società. La forma giuridica ideale dei business angels è la società a responsabilità limitata poiché comporta minori costi sia in termini di capitale minimo in fase di costituzione, sia per quanto riguarda gli organi sociali. La costituzione di una S.r.l. presenta procedure molto più rapide e la struttura è parecchio più flessibile di una società per azioni. Inoltre è preferita alle società di persone perché queste ultime comportano una responsabilità illimitata da parte dei soci.

L’investitore realmente interessato procederà ad effettuare una serie di indagini volte ad identificare i reali rischi e le opportunità connesse all’attività. Questo tipo di attività prende nome di due diligence e comprende ogni utile accertamento che il business angel deve compiere per tutelare il proprio patrimonio.

Al termine di questa fase sarà definito l’accordo tra imprenditore e investitore. Fra le parti verrà stipulato un contratto per disciplinare l’investimento, dalla fase di ingresso fino a quando il business angel dovrà uscirne. In particolare dovrà essere indicato l’ammontare che l’investitore deve apportare per acquisire una determinata quota di partecipazione.

Nella gestione dell’impresa il business angel procederà a eseguire il monitoraggio dell’attività per tutelare il capitale apportato. Qualora necessario, deciderà di intraprendere azioni correttive nei limiti delle sue possibilità facendo fede al proprio know-how per massimizzare il ritorno economico.

Per questo motivo tra imprenditore e investitore deve venirsi a creare un saldo rapporto di collaborazione. Forme di collaborazione più insolite, ma non per questo inapplicabili, prevedono l’impiego del business angel come lavoratore all’interno dell’azienda ovvero come consulente esterno chiamato in particolari situazioni. La forma di collaborazione maggiormente accreditata è quella di far ricoprire al business angel incarichi sociali ovvero permettergli di eleggere i propri rappresentati negli organi sociali.

Articoli correlati

Argomenti: 

Aggiungi un commento