Trem bond: investire in obbligazioni e aiutare imprese del Sud

Guadagnare con le obbligazioni
Guadagnare con le obbligazioni

Possono rappresentare una interessante opportunità di investimento: da una parte si aiutano le imprese meridionali a diventare grandi e dall’altra si possono fare interessanti guadagni. Sono i Trem Bond, titoli di risparmio per l’economia meridionale che, dopo essere stati concepiti dall’ex ministro dell’Economia Giulio Tremonti, sono stati rilanciati dal Presidente del Consiglio Mario Monti. Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta.

Come si possono rilanciare le imprese meridionali? Concedendo loro maggiori prestiti. Ma in presenza di un’economia ingolfata come la nostra, come trovare i capitali necessari da offrire alle imprese? Emettendo obbligazioni. Era questa, in sintesi, l’idea di Giulio Tremonti nel periodo in cui era ministro dell’Economia. A queste obbligazioni diede anche un nome: Trem Bond.

Si tratta di normali titoli obbligazionari con una particolare attrattiva: sono soggetti a imposizione fiscale sugli interessi del 5% piuttosto che 12,5% come gli altri Titoli di Stato e ben più bassa del 20% delle rendite finanziarie. Il denaro raccolto collocando questi titoli sarà impiegato per finanziare progetti di investimento superiore ai 18 mesi di piccole e medie imprese in Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sardegna e Sicilia.

Le banche possono emettere Trem Bond fino a tre miliardi di euro all’anno. I capitali recuperati saranno destinati a favorire l’incremento dell’offerta di credito nel Mezzogiorno e a ridurre lo squilibrio esistente tra regioni Meridionali e le altre aree del Paese. L’obiettivo è proprio quello di attrarre risorse necessarie a incrementare lo sviluppo di lungo termine delle imprese del Mezzogiorno.

L’imposta sostitutiva sugli interessi è del 5% ed è la più bassa attualmente in vigore in Italia.

Articoli correlati

Tags: 

Aggiungi un commento