Postali, Iva, Rc auto, Irpef e multe: tutti gli aumenti del 2013

Aumento tasse
Aumento tasse

Il 2013 sarà migliore o peggiore dell’anno appena trascorso? Due correnti di pensiero hanno già una risposta pronta. Da una parte quelli che potremmo definire gli illuminati ossia coloro che, parafrasando un’affermazione del premier Mario Monti, vedono già la luce in fondo al tunnel; dall’altra quelli che potremmo definire i tartassati ossia coloro che non riescono proprio a sopportare l’aumento della pressione fiscale di quest’ultimo anno. Sia che voi siate illuminati o che vi sentiate tartassati, per il 2013 ci aspettano importanti novità fiscali.

Canone Rai
Aumenterà di 1,50 euro il canone Rai. Quest’anno, infatti, sarà di euro 113,50. Da ricordare l'esenzione del canone Rai per gli abbonati ultrasettantacinquenni.

Imposta di bollo
In arrivo l’aumento dell’imposta di bollo sui conti deposito, sui buoni postali cartacei e su quelli dematerializzati. L’aliquota passa dallo 0,10% allo 0,15% l’anno. Abolito, inoltre, il tetto dei 1.200 euro che, fino all’anno scorso, poneva un limite all’aumento. Esenti i titoli di risparmio più popolari come i Buoni Postali Fruttiferi con rimborso inferiore a 5.000 euro, i fondi pensione e quelli sanitari.

Irpef regionale
Irpef regionale più cara nelle Regioni impegnate nei piani di rientro dal deficit sanitario. Per questi l’aliquota potrà salire anche al 2,33% (ovvero 2,63% per la Campania, la Calabria e il Molise). Dal 2014 saranno esclusi dall’aumento i soggetti con redditi fino a 15.000 euro.

Iva
A partire dal 1° luglio l’Iva ordinaria salirà al 22%.

Ivie
L’Ivie è l’imposta sugli immobili situati all’estero e si determina applicando un’aliquota dello 0,76% alla base imponibile rappresentata dal valore dell’immobile da desumere dall’atto di acquisto o dai contratti. Per gli immobili adibiti ad abitazione principale da parte di coloro che lavorano all’estero per lo Stato italiano o per un suo ente (e comunque limitatamente al periodo in cui la prestazione lavorativa viene svolta) l’aliquota scende allo 0,40%. Previste detrazioni di 200 euro maggiorate di 50 euro per ogni figlio convivente minore di 26 anni.

Multe
Con il 2013 scatta l’adeguamento biennale delle multe stradali all’inflazione. L’aumento stimato è del 5,70%.

Postali e raccomandate
Spedire una lettera costerà di più: 0,70 euro per l’invio ordinario e 3,60 euro per la raccomandata.

RC Auto
Previsto un aumento del 5% delle polizze auto.

Tares
E’ la nuova tassa sui rifiuti e servizi urbani che, dopo aver assorbito la Tarsu e la Tia, ha debuttato lo scorso 1 gennaio. Si configura come una tassa sugli immobili ma a pagarla non saranno i proprietari bensì i residenti poiché riguarderà tutti coloro che posseggono, occupano o detengano locali atti a produrre rifiuti.

Tobin Tax
Dal prossimo 1 marzo si pagherà la Tobin Tax ossia l’imposta sul trasferimento di azioni e di altri prodotti finanziari. L’importo dovuto sarà pari allo 0,12% fino al 31 dicembre 2013 mentre dal prossimo anno sarà di 0,10%. Sui mercati non regolamentati l’imposta sale allo 0,22% nel 2013 e allo 0,20% nel 2014.

Articoli correlati

Tags: 

Aggiungi un commento