Primi passi per diventare imprenditore in franchising

Primi passi
Primi passi

Dal punto di vista operativo la strada per diventare imprenditore in franchising, anche se ispida e faticosa, è il percorso che permette di raggiungere con maggior sicurezza l’obiettivo. L’ingresso ad una attività in franchising, infatti, permette di conquistare maggiormente quote di mercato poiché si può contare sulla forza di un marchio per una rapida fidelizzazione dei clienti e sull’efficacia di una intensa campagna pubblicitaria.

Non voglio affermare che diventare imprenditore in franchising sia facile ma mi sento di confermare con ragionevole certezza che, con questa formula, il rischio d’impresa è notevolmente ridotto al minimo in quanto si può fare affidamento ad una corretta ottimizzazione della produzione e alla pianificazione della distribuzione in relazione alle esigenze della rete.

La prima cosa da fare per diventare imprenditori in franchising è sviluppare un’idea imprenditoriale che può essere la commercializzazione di un prodotto o di un servizio con caratteristiche di originalità e differenziazione. Una volta individuata l’idea occorre studiare il mercato, i concorrenti e i clienti per valutare le potenzialità di vendita.

E’ necessario che, affinché si possa parlare di franchising, l’affiliante deve aver sperimentato sul mercato la formula commerciale. Il contratto deve necessariamente essere redatto per iscritto. In caso contrario l’atto è nullo.

Il contratto deve contenere il valore degli investimenti iniziali, i costi d’ingresso che l’affiliato deve sostenere prima dell’inizio dell’attività, le modalità di calcolo e il pagamento delle royalties, l’eventuale esclusiva territoriale, il know-how che deve necessariamente essere trasferito all’affiliato, i servizi offerti dall’affiliante in merito ad assistenza tecnica, commerciale, di sviluppo e di formazione e, infine, le condizioni di rinnovo, risoluzione o rinuncia del contratto.

Articoli correlati

Argomenti: 

Commenti

Che il franchising abbia meno rischi imprenditoriali lo dimostrano i dati e le statistiche che ogni anno Assofranchising pubblica nel Rapporto Franchising Italia (su http://www.assofranchising.it/) e che evidenziano un trend in crescita seppur lieve nonostante la crisi.

Diventare un franchisor affidabile e performante non è facile ma gli strumenti per farlo ci sono. Altro discorso è scegliere il franchisor giusto al quale affiliarsi. La prima buona regola è conoscere la legge, la seconda è cercare di capire con quale azienda stiamo trattando. Per farlo è opportuno richiedere ed osservare alcuni suggerimenti: http://www.assofranchising.it/it/aziende-associate.html

Aggiungi un commento