Tirocinio: linee guida su durata e indennità

Tirocini
Tirocini

Via libera alle linee guida sui tirocini. Si tratta di un ulteriore tassello che va a corredare la legge 92/2012 (riforma Fornero). Entro sei mesi Regioni e Province autonome dovranno recepirle nelle proprie normative. Le novità riguardano l’indennità per i tirocinanti e la durata del tirocinio. Vediamo di cosa si tratta.

Il documento prevede il pagamento allo stagista un’indennità non inferiore a 300 euro. Il mancato pagamento dell’indennità comporterà una sanzione amministrativa per le aziende tra 1.000 e 6.000 euro.

Previsti, inoltre, limiti massimi alla durata. Nel caso di tirocini formativi e di orientamento non potrà essere superiore a sei mesi mentre per gli stage di inserimento e reinserimento si potrà arrivare a dodici mesi. Sempre di dodici mesi è il limite per gli stage di soggetti svantaggiati mentre per i disabili la quota si eleva a ventiquattro mesi.

Le discipline regionali dovranno individuare il numero di tirocini attivabili contemporaneamente proporzionalmente alle dimensioni dell’azienda. In assenza di disposizioni le linee guide prevedono che le imprese fino a 5 addetti potranno avere un solo tirocinante; quelle tra 6 e 20 addetti potranno avere al massimo due tirocinanti; quelle con oltre 20 addetti potranno avere un numero massimo di tirocinanti pari al 10% dei lavoratori a tempo indeterminato.

Articoli correlati

Tags: 

Aggiungi un commento