Rientro dei cervelli e premi produttività: le novità del CUD 2013

Lavoro
Lavoro

Entro il prossimo 28 febbraio si dovrà consegnare ai lavoratori il CUD 2013, la certificazione unica dei redditi di lavoro dipendente e assimilata. Fra le principali novità di quest’anno si riscontra l’incentivo fiscale per il rientro dei cervelli e la riedizione del regime fiscale agevolato dei premi di produttività.

Nel CUD 2013 i datori di lavoro devono attestare i redditi di lavoro dipendente, equiparati e assimilati corrisposti nel 2012 e assoggettati a tassazione ordinaria, separata, a ritenuta a titolo d’imposta e a imposta sostitutiva, le ritenute d’acconto operate, le detrazioni effettuate e i dati relativi alla contribuzione previdenziale e assistenziale versata o dovuta all’Inps.

Sotto l’aspetto fiscale il CUD 2013 presenta importanti novità. Fra queste il nuovo incentivo fiscale per il rientro in Italia dei cervelli ossia il bonus applicabile fino ad un massimo di tre periodi d’imposta rivolto ai lavoratori e alle lavoratrici che sono rientrati in Italia dall’estero portando in dote le proprie esperienze e competenze. Questi potranno avere un abbattimento della base imponibile Irpef fino all’80%.

Altra novità riguarda i premi di produttività. In particolare si ricorda che l’agevolazione è stata confermata dal decreto legge n. 98 del 2011 che ha riproposto anche per il 2012 la disciplina di favore introducendo, tuttavia, alcune modifiche.

Articoli correlati

Tags: 

Aggiungi un commento