Fattura elettronica al via nelle operazioni con la Pubblica Amministrazione

Fattura elettronica
Fattura elettronica

La fattura elettronica prende il via nelle operazioni effettuate con la Pubblica Amministrazione. E’, infatti, avvenuta la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Decreto Ministeriale n. 55 del 5 aprile che definisce le regole tecniche per la gestione dei processi di fattura elettronica verso le amministrazioni statali. La tempistica di decorrenza è fissata in dodici mesi dall’entrata in vigore del regolamento per i ministeri, agenzie fiscali ed enti nazionali di previdenza e assistenza e in ventiquattro mesi per le altre amministrazioni incluse negli elenchi Istat ad eccezione delle amministrazioni locali per le quali la data di decorrenza sarà determinata con decreto del ministero dell’Economia, di concerto con il ministro per la Pubblica Amministrazione.

Le Amministrazioni Pubbliche non potranno più accettare le fatture emesse o trasmesse in forma cartacea né provvedere al pagamento se non dopo l’invio del documento in formato elettronico. L’adempimento interessa parecchio i fornitori della Pubblica Amministrazione poiché dovranno gestire il proprio ciclo di fatturazione esclusivamente in modalità elettronica non solo nella fase di emissione e trasmissione ma anche in quella di conservazione.

La trasmissione delle fatture in formato xml avverrà attraverso il sistema di interscambio gestito dall’Agenzia delle Entrate. Le informazioni da indicare in fattura elettronica, oltre a quelle obbligatorie per legge, sono quelle relative al soggetto trasmittente con identificativo fiscale, progressivo di invio e numero di trasmissione e quelle relative all’Amministrazione destinataria identificata univocamente da un codice.

Articoli correlati

Argomenti: 

Aggiungi un commento