Permuta: aspetti fiscali e tributari

Permuta
Permuta

Con il termine permuta si intende un contratto mediante il quale avviene il reciproco trasferimento della proprietà di un bene o di un servizio da un contraente all’altro. Tipico esempio di permuta è quello che avviene in edilizia quando l’imprenditore edile preferisce permutare l’area da edificare con appartamenti ancora da realizzare. In questo modo evita di ricorrere a finanziamenti esterni.

Imposte dirette
Con la permuta l’impresa consegue un componente positivo di reddito pari al valore normale del bene che ottiene in cambio compreso l’eventuale conguaglio in denaro. Di contro sostiene un componente negativo pari al costo del bene permutato compreso l’eventuale conguaglio. Qualora il bene permutato sia una immobilizzazione occorre tenere conto di eventuali plusvalenze e minusvalenze.

Imposte di registro
Nel caso di permuta tra un soggetto passivo Iva e un soggetto non Iva si dovrà applicare l’imposta sul valore aggiunto sull’operazione posta in essere dal soggetto Iva mentre l’altra operazione sarà assoggettata a imposta di registro.

Iva
Nella permuta la base imponibile è costituita dal valore normale dei beni e dei servizi oggetto dell’operazione.

Articoli correlati

Tags: 

Aggiungi un commento