Registrazione del design industriale

Design
Design

Quando si parla di design si intendono le caratteristiche estetiche di un prodotto o di parte di esso quali, ad esempio, linee, contorni, colori, forme e ornamenti. La registrazione di un design conferisce al suo titolare il diritto esclusivo di utilizzarlo e di vietarne l'uso a terzi non autorizzati.

I design si ottengono in seguito alla presentazione di una domanda che deve soddisfare determinati requisiti e che gode di validità territoriale limitata al Paese o alla Regione in cui si richiede la concessione.

La domanda di design va presentata mediante consegna di documentazione tecnica comprendente la descrizione corredata da rappresentazioni grafiche o fotografiche ed un set di rivendicazioni. Con la domanda viene richiesta la protezione di un solo oggetto di design oppure di più oggetti fino ad un massimo di 100 per ciascuna domanda purché facenti parte della medesima classe di prodotti individuata tra quelle della Classificazione di Locarno dell'8 ottobre 1968.

La durata massima di un design varia da Paese a Paese. Per i design italiani e comunitari la durata è pari a cinque anni a decorrere dalla data di presentazione della domanda ed è rinnovabile per ulteriori cinque anni fino ad un massimo di 25 anni.

I requisiti per poter ottenere la registrazione di un design sono la novità, il carattere individuale e la liceità. Il design è nuovo se le caratteristiche estetiche che lo compongono non sono mai state divulgate da altri soggetti. Il design ha carattere individuale se l'utilizzatore lo percepisce come differente nelle sue caratteristiche estetiche dagli altri prodotti dello stesso tipo fino a quel momento conosciuti. In merito alla liceità è bene precisare che non è possibile registrare i design contrari all'ordine pubblico o al buon costume nonché quelli che riproducono segni vietati dalla Convenzione di Parigi ovvero segni, emblemi e stemmi che rivestono un particolare interesse pubblico nello Stato.

Il deposito di un design dà avvio al periodo di priorità della durata di sei mesi entro i quali l'oggetto del design può essere tutelato anche in Stati diversi da quello iniziale di partenza, rivendicando il cosiddetto diritto di priorità. In Italia è, inoltre, previsto un periodo di grazia che consente di registrare il design anche dopo essere stato divulgato senza perdere il requisito della novità purché la precedente divulgazione sia avvenuta ad opera dello stesso richiedente. Il periodo di grazia ha la durata di un anno dalla data di divulgazione.

Si ricorda, infine, che il design - inteso come attività di ideazione e progettazione di prodotti, processi e servizi - rientra fra le attività di ricerca e sviluppo che permettono alle imprese di beneficiare del patent box, la defiscalizzazione del 50% sui redditi prodotti dai beni immateriali.

Articoli correlati

Tags: 

Aggiungi un commento