Creare un'impresa di successo con il franchising

Franchising
Franchising

Chi sceglie di fare impresa non deve sottovalutare le opportunità del franchising. E' indubbiamente una formula che permette all’imprenditore che decide di affiliarsi di ridurre l’investimento iniziale ed i rischi ed essere accompagnato in un percorso di formazione e affiancamento costante. Gli imprenditori, infatti, sono costantemente seguiti: dalla scelta della location alla realizzazione del locale con la formula chiavi in mano fino all’affiancamento pre e post apertura. Chi vuole diventare imprenditore e vuole farlo con la formula del franchising troverà in questo articolo numerosi spunti di riflessione e utili indicazioni.

Nel franchising si distinguono il franchisor, ossia il soggetto che concede il proprio marchio e il know-how, e il franchisee, che gestisce un punto vendita utilizzando il nome, gli strumenti e i modelli operativi del franchisor. Questi ultimi comprano, attraverso una fee d'ingresso e/o un canone mensile, il diritto di gestire la propria attività sfruttando il marchio e i prodotti del franchisor. Il franchising è, quindi, un contratto in base al quale il franchisor concede al franchisee l'uso di un insieme di diritti di proprietà industriale o intellettuale relativi a marchi, denominazioni commerciali, insegne, know-how, brevetti e così via. Il capitale iniziale necessario all’avvio dell’attività varia da un minimo di 30-40.000 euro ad un massimo di un milione senza contare l’affitto dei locali e le royalties richieste dalla casa madre il cui ammontare varia in base al contratto.

Alessandro Ravecca, nuovo presidente Federfranchising Confesercenti, in una recente intervista ricorda che la formula del franchising arricchisce la rete commerciale e permette all’imprenditore che decide di affiliarsi di ridurre l’investimento iniziale ed i rischi ed essere accompagnato in un percorso di formazione e affiancamento costante. Il rapporto di proficua collaborazione tra franchisor e franchisee rappresenta un format vincente. Il franchisor che svolge il proprio lavoro con competenza, infatti, garantisce ai propri affiliati un supporto completo.

Il successo del franchising è dato dalla sicurezza su cui possono contare i franchisee poiché ognuno di loro ha alle spalle un brand che lo sostiene sul mercato. Infatti l'imprenditore che sceglie di avviare un'attività in franchising ha la consapevolezza di non dare avvio ad un'attività individuale ma piuttosto ad una attività organizzata. Un importante punto di riferimento nella letteratura dedicata al franchising è indubbiamente il libro Come mettersi in proprio con il franchising, scritto da Giuseppe Bonani, uno dei maggiori esperti della materia.

La procedura per aprire un negozio in franchising richiede circa 3 mesi di tempo. Il primo passo da fare è quello dell’analisi del mercato al fine di capire quali settori offrono le migliori opportunità di crescita per un’attività commerciale. In tale ambito la casa madre assume un ruolo di rilevante importanza poiché deve essere in grado di formare al meglio i franchisee e fornire loro indagini di mercato, aggiornamenti e strumenti informatici indispensabili per il successo dell’attività.

Una volta individuato il franchisor ideale occorre analizzare attentamente il contratto. Questo deve indicare l’ammontare degli investimenti iniziali, la percentuale del fatturato da corrispondere al franchisor, i servizi di assistenza offerti al punto vendita, la durata e le condizioni di rinnovo, risoluzione e cessione nonché l’eventuale esclusiva territoriale garantita al franchisee. Il franchisor deve, inoltre, comunicare all’affiliato gli ultimi bilanci del gruppo affinchè se ne possa valutare la solidità e l'andamento del fatturato negli anni, il tasso di turnover per capire la durata media della vita di un franchisee, l’ammontare degli investimenti in pubblicità, il tempo di ammortamento stimato per l’investimento iniziale del negozio con il dettaglio sul ROI. Prima della firma del contratto il franchisor ha l’obbligo di formare il franchisee e fornirgli un manuale operativo contenente il know-how necessario per gestire il punto vendita. Il franchisor deve sempre consegnare una copia del contratto almeno 30 giorni prima della sottoscrizione. La norma che regola i diritti e i doveri del franchising è la 129 del 2004.

Prima di concludere, un'ultima indicazione. Avete la possibilità di ricevere gratuitamente e-mail con consigli e suggerimenti per realizzare un'impresa di successo: nuove idee di business, indicazioni per mettervi in proprio, strategie e soluzioni per aumentare le vendite e i ricavi. Le registrazione al servizio è semplice e veloce. Subito per voi i primi cinque consigli per un business di successo. Questo è il link che vi permetterà di registrarvi: consigli gratis per un business di successo.

Articoli correlati

Tags: 

Aggiungi un commento