Borsa Italiana, Consob e Banca d’Italia: l’abc per investire in azioni e titoli di Stato

Borsa
Borsa

Nel 1998 abbiamo assistito alla privatizzazione dei mercati di borsa e alla nascita di Borsa Italiana. Si tratta di una società per azioni che svolge principalmente l’attività di organizzazione e gestione dei mercati regolamentati di strumenti finanziari e si pone come obiettivo quello di garantire lo sviluppo e di massimizzare la liquidità, la trasparenza, la competitività e l’efficienza dei mercati stessi.

Borsa Italiana si occupa dell’organizzazione, della gestione e del funzionamento dei mercati finanziari italiani tramite intermediari nazionali ed internazionali che operano, in Italia o dall’estero, utilizzando un sistema di negoziazione completamente elettronico per l’esecuzione degli scambi in tempo reale. Dal 2007 Borsa Italiana fa parte del London Stock Exchange Group Plc, il primo mercato europeo di scambi azionari. London Stock Exchange plc è una delle più importanti borse a livello internazionale. Il suo core business include servizi agli emittenti, servizi di trading e servizi informativi.

Chi si occupa di attività di regolamentazione, autorizzazione, vigilanza e controllo sui mercati finanziari nonché della tutela degli investitori, dell’efficienza e della trasparenza del mercato mobiliare italiano è la Consob, Commissione Nazionale per le Società e la Borsa.

Altro attore di fondamentale importanza nei mercati italiani è la Banca d’Italia. Nel 1926 diveniva l’unico istituto autorizzato a emettere banconote sul territorio nazionale mentre dal 2002 è incaricata della diffusione dell’euro nonché al ritiro e alla distruzione dei biglietti deteriorati. La Banca d’Italia concorre, con la presenza del Governatore della BCE, a determinare le decisioni di politica monetaria per l’intera area dell’euro.

Articoli correlati

Argomenti: 

Aggiungi un commento