Web hosting, cos’è e perché è importante per avere visibilità

Web hosting
Web hosting

Quando si decide di progettare e lanciare online un sito, particolare attenzione va prestata alla scelta dell’hosting. È questo uno dei primi step da compiere, una decisione molto importante che dovrà essere presa con grande accortezza. Non è semplice orientarsi tra i vari hosting a disposizione in Rete, alcuni dei quali sono a pagamento e altri invece gratuiti. In entrambi i casi bisogna valutare i pro e i contro, in base a quelle che sono le specifiche necessità ed esigenze di chi vuol progettare il sito stesso.

Un contenitore dove si archiviano pagine e contenuti di un sito

Ma che cos’è l’hosting di un sito internet? Si tratta del servizio che permette di allocare le pagine di applicazioni digitali o di portali online su un server. In questo modo si rendono accessibili alle persone, nel momento stesso in cui viene digitato nella barra di ricerca l’indirizzo loro associato.

Un hosting, in buona sostanza, è il contenitore all’interno del quale si vanno ad archiviare i contenuti di un sito in modo da renderli facilmente raggiungibili. La parola hosting significa letteralmente ‘padrone di casa’ e infatti il relativo servizio consiste nell’ospitare appunto i siti web. A fornirlo sono i cosiddetti ‘web host’, ossia aziende che mettono a disposizione i propri server per consentirne l’utilizzo da parte di soggetti e aziende che vogliano lanciare online un sito. Se sei in cerca alti livelli di performance per mettere online il tuo sito valuta i servizi di hosting presenti a Parma, che consentono di ottenere rapidamente visibilità grazie all’impiego di tecnologie all’avanguardia.

Soluzioni gratuite e a pagamento: pro e contro

È possibile scegliere tra servizi di hosting gratuiti e servizi di hosting a pagamento, consultando la Rete.

I primi presenteranno maggiori svantaggi, anche se in certi casi potranno comunque rivelarsi utili (in particolare quando non si abbia necessità di creare un sito internet professionale). Vengono generalmente offerti spazi web limitati, oltre a un pannello per la gestione e un database di tipo basic. Oltre al caso in cui non si punti a creare un sito professionale, il servizio gratuito potrà essere utile per testare soluzioni e idee prima di passare al livello superiore. Spesso la scelta di un servizio gratuito implica la presenza di banner pubblicitari. Altro elemento negativo è che, ad essere forniti gratis dai provider, sono soltanto i domini di terzo livello. In più sono ridotte anche le prestazioni tecniche.

Molti sono i vantaggi, rispetto alla formula appena analizzata, dei web hosting a pagamento. Ovviamente gli elementi da prendere in considerazione variano in base a quali siano le specifiche necessità di chi crea e gestisce il portale. Ad ogni modo sarà corretto affermare come vi sia un maggiore spazio disco da poter utilizzare, una maggiore sicurezza dei dati, un pannello di controllo semplice da usare e backup automatizzati (servizio importante in caso di hackeraggio). Generalmente si potrà anche contare su un’assistenza h24 da parte del supporto tecnico deputato. In generale, prima di iniziare un percorso con un server a pagamento, sarà utile fare un check della reputazione online relativa alle offerte presenti (le esperienze condivise da altri utenti possono essere un buon supporto per scegliere).

Articoli correlati

Argomenti: 

Commenti

Noi di [omissis] quando scegliamo l'hosting per i siti e-commerce scegliamo la sicurezza.
Oltre a valutare lo spazio a disposizione e il backup dei dati.

Aggiungi un commento