Come ottenere l'agevolazione per il risparmio energetico

Pannelli fotovoltaici
Pannelli fotovoltaici

L'agevolazione fiscale per il risparmio energetico consiste in una detrazione dall'imposta lorda Irpef e Ires in misura pari al 55% o 65% delle spese sostenute. Il limite massimo di risparmio ottenibile va riferito all'unità immobiliare oggetto dell'intervento stesso. Pertanto va suddiviso tra i soggetti detentori o possessori dell'immobile che partecipano alla spesa, in ragione dell'onere effettivamente sostenuto da ciascuno.

Per beneficiare dell'agevolazione fiscale è necessario acquisire i seguenti documenti:

  • asseverazione, consente di dimostrare che l'intervento realizzato è conforme ai requisiti tecnici richiesti;
  • attestato di certificazione o qualificazione energetica contenente i dati relativi all'efficienza energetica propri dell'edificio e prodotta dopo l'esecuzione degli interventi, utilizzando procedure e metodologie approvate dalle Regioni e dalle Province autonome di Trento e Bolzano ovvero quelle stabilite dai Comuni con proprio regolamento antecedente l'8 ottobre 2005;
  • scheda informativa relativa agli interventi realizzati, redatta secondo lo schema riportato nell'allegato E del decreto attuativo ovvero nell'allegato F se l'intervento riguarda la sostituzione di finestre comprensive di infissi in singole unità immobiliari o l'installazione di pannelli solari. La scheda deve contenere i dati identificativi del soggetto che ha sostenuto le spese e dell'edificio su cui i lavori sono stati eseguiti, la tipologia di intervento eseguito e il risparmio di energia che ne è conseguito, il relativo costo con evidenza delle spese professionali e il calcolo della detrazione. La scheda informativa può essere rettificata anche dopo la scadenza del termine previsto per l'invio. Si possono correggere errori materiali sui dati anagrafici del contribuente e dei beneficiari della detrazione, i dati identificativi dell'immobile oggetto dell'intervento, gli importi di spesa indicati in misura non corrispondente a quella effettiva. In ogni caso la comunicazione della rettifica deve essere inviata entro il termine di presentazione della dichiarazione dei redditi nella quale la spesa può essere portata in detrazione.

L'asseverazione, l'attestato di certificazione e qualificazione energetica e la scheda informativa devono essere rilasciati da tecnici abilitati alla progettazione di edifici e impianti nell'ambito delle competenze ad essi attribuite dalla legislazione vigente, iscritti ai rispettivi ordini e collegi professionali.

Articoli correlati

Argomenti: 

Aggiungi un commento