Perché e come scegliere il toner per le stampe in ufficio

Toner
Toner

Stampare con una stampante laser permette risultati di precisione e una velocità superiore a quella delle stampanti a getto d'inchiostro. Quando si va ad acquistare la cartuccia di toner, però, spesso i costi ti possono preoccupare. La durata di una ricarica è senza dubbio molto più lunga rispetto a quella di una stampante a getto d'inchiostro, ma questo non basta per consolarsi. Ma perché costa di più?

Toner

Il toner per stampanti laser è una polvere finissima che viene prelevata dalla cartuccia e, opportunamente riscaldata, forma le scritte e i disegni sulla pagina bianca inserita nell'apposito scompartimento. In modo un po' da profani, si può dire che si tratta di inchiostro disidratato e per questo, a parità di peso, deve essere più costoso. Oltre a questo, anche i risultati sulla stampa sono decisamente migliori.

Ci sono differenze di qualità tra un toner e un altro che derivano proprio dalla sua composizione chimica. La base della polvere è data da carbone polverizzato. Il primo elemento che dà una differente qualità è il diametro dei granelli che compongono il toner: più piccoli sono, più alta è la definizione di stampa.

Il secondo elemento che dà caratteristiche diverse al toner è dato dai componenti che vanno aggiunti al carbone. Ogni macchina viene tarata su una composizione e una dimensione dei granelli di toner.

Toner compatibili

I toner compatibili sono prodotti nati per altre stampanti ma che possono essere utilizzati anche per la tua stampante. La composizione chimica può non essere esattamente uguale a quella originale, mentre la cartuccia si inserisce perfettamente nella macchina. Si tratta di un prodotto nuovo, uscito così direttamente dalla fabbrica, che non è mai stato usato sia per quanto riguarda ovviamente la polvere, che per quel che concerne la cartuccia.

Quando scegli un prodotto di questo tipo devi prestare attenzione alla serietà del venditore per essere certo che il prodotto sia veramente compatibile con la tua stampante.

Toner rigenerati

I toner rigenerati sono cartucce già utilizzate che vengono riempite da nuova polvere, cioè vengono ricaricate per essere nuovamente utilizzabili. Questa operazione deve essere effettuata da personale qualificato, per garantire il corretto funzionamento della macchina. Un prodotto realizzato da esperti improvvisati può rilasciare una maggiore quantità di polvere e generare una stampa imprecisa.

Nel caso di toner rigenerati, la polvere contenuta all'interno è fatta ad hoc per la stampante e, normalmente, viene riempito il contenitore non lontano dalla data di consegna del prodotto, limitando i problemi di agglomerazione dovuta all'umidità. Viene apposto a chiusura il consueto sigillo che si ritrova in una cartuccia nuova. L'unica differenza è che viene riutilizzata una cartuccia usata. Questa caratteristica rende il toner rigenerato più vicino alle attuali concezioni di ecosostenibilità.

Quando il toner originale è essenziale

La volontà di risparmiare o il bisogno di farlo a volte fa commettere degli errori. Utilizzare una cartuccia nuova venduta dal produttore della stampante significa avere la sicurezza che il prodotto è quello corretto e normalmente è la scelta giusta quando si è acquista una stampante nuova, al fine di salvaguardare la garanzia.

Trascorso il periodo coperto da garanzia o se si è comprata una stampante usata, si possono fare ragionamenti diversi e optare per scelte più economiche. Ma cosa scegliere?

Come scegliere un toner di qualità

Ovviamente è essenziale mantenere in buona salute la stampante anche se non è più nuovissima e non è più coperta da garanzia. La necessità diventa essere certi di acquistare un prodotto che non rovini la macchina e che permetta di pagare il giusto prezzo. Sia che si scelga un toner compatibile, sia che si opti per uno rigenerato, ci si affida sempre all'esperienza del venditore ma qualche piccolo controllo lo si può fare. Per un confronto tra una cartuccia e l'altra, è opportuno almeno considerare il numero di pagine che vengono indicate come stampabili da quella cartuccia, in modo da non farsi abbagliare da un toner che costa molto meno solo perché ha un minor contenuto di polvere.

La qualità del contenuto sta nella serietà del venditore come l'indicazione di compatibilità tra una cartuccia e una stampante. Verificare la storia dell'azienda venditrice e le recensioni che ha in rete è sempre una buona idea, mentre cercare un negozio fisico che disponga di tutte le cartucce possibili e immaginabili è un'utopia e può voler dire soltanto gravarsi di spese superiori per ottenere esattamente lo stesso prodotto.

Argomenti: 

Aggiungi un commento