Trading online: i titoli da acquistare durante la crisi di governo

Trading
Trading

Arriva l'estate e ritornano i venti di crisi di governo in Italia. A quanto pare, il periodo estivo, quando in molti allentano l'attenzione dai media per dedicarsi a relax e vacanze, è il momento ideale per fare comunicazioni talmente scottanti da fare traballare i mercati finanziari. E questo è accaduto anche quest'anno: Matteo Salvini presenta una mozione di sfiducia al premier Giuseppe Conte ed è subito crisi di governo. Nei primi quindici giorni di agosto, il FtseMib ha perso il 5% trainato dai titoli bancari. In tali circostanze, chi ha investito in azioni rischia veramente di perdere parte del capitale. A meno che non punti su quelle azioni che, anche in tempo di crisi, riescono a offrire performance soddisfacenti. In questo articolo vedremo quali sono i titoli italiani, quotati al FtseMib, che reagiscono meglio e che sarebbe opportuno acquistare durante la crisi politica. Per coloro che, invece, puntano all'estero, concentreremo la nostra analisi sui titoli americani quotati al NASDAQ.

Crisi di governo al via

L'estate 2019 si candida ad essere bollente anche sotto il profilo finanziario. È, infatti, bastato poco meno di un mese per bruciare un terzo dei buoni risultati ottenuti dal FtseMib nei primi sei mesi dell'anno. Per non parlare dello spread, il differenziale con i titoli decennali tedeschi, schizzato da 177 punti a oltre 238 in brevissimo tempo.
A contribuire ad un andamento così altalenante è stata principalmente la formalizzazione della sfiducia verso il governo Conte. Così facendo, è venuta meno la credibilità del Paese Italia e gli investitori hanno venduto gran parte dei titoli italiani in portafoglio.
Come primo effetto immediato, quindi, un balzo dello spread. Che ha trovato ripercussioni sui titoli del principale listino italiano con particolare riferimento ai bancari (dolorosissima la perdita di Bpm: dal 5 luglio al 16 agosto ha perso il 15% circa) e a quelli delle aziende più esposte e con debito elevato (Telecom Italia ha perso il 13,9% tra il 29 luglio e 16 agosto).

Azioni italiane da comprare

Prendere una qualsiasi posizione e riuscire a guadagnare con le azioni in un contesto molto volatile, come quello generato dall'attuale situazione politico-economica, è particolarmente difficile. In tali circostanze, infatti, solitamente si rimane a guardare, si studia il mercato, si attendono tempi migliori (provvidenziale, in questi casi, è l'applicazione delle 3 tecniche efficaci per investire in Borsa con il trading online, di cui vi parlai un po' di tempo addietro). Eppure anche nelle situazioni di alta volatilità si possono trovare ampi margini di guadagno. Sicuramente puntando sulle società più resilienti ossia quelle che si difendono meglio nelle fasi di volatilità e che cavalcano il Toro quando passa la tempesta.


Approfondimento:
Le azioni sono strumenti finanziari che rappresentano la partecipazione al capitale di una società. Le azioni nascondono interessanti opportunità di guadagno. Ma sono necessari strumenti e strategie. Puoi trovare tutte le necessarie informazioni in questo articolo sul trading online.

Il titolo di Ferrari quotato a Milano, ad esempio, è stato in grado di limitare le perdite e, mentre molti titoli segnavano un rosso a due cifre, il Cavallino perdeva solo il 6,20% (nel periodo tra il 16 luglio e il 16 agosto). Senza contare che il titolo ad inizio anno quotava 86,50 euro e che ha festeggiato il ferragosto chiudendo a 145,70 euro con una crescita di oltre il 60%.
E che dire, poi, di Diasorin? Dal 17 luglio al 16 agosto, quando tutti i titoli colavano a picco, quello della società per azioni che opera nei segmenti dell'immunodiagnostica e della diagnostica molecolare è cresciuto di oltre il 4%. La crescita registrata da inizio anno è di circa il 50%.
Analoga casistica anche per Amplifon: nell'estate 2019 la crescita è stata del 2,39% (dal 21 giugno al 16 agosto) mentre dal capodanno 2019 il profitto è stato di quasi il 60%.

Azioni americane da comprare

Questo per quanto riguarda gli operatori che intendono cavalcare l'onda della crisi politica che sta investendo il nostro Paese. Chi, invece, vede l'incertezza italiana abbastanza rischiosa e intende esplorare mercati esteri, quello americano nasconde sicuramente grandi opportunità di investimento. Nel periodo 1 gennaio 2019-16 agosto 2019, il NASDAQ ha guadagnato il 20%.
A trainare il listino americano sono stati sicuramente i tecnologici. Tra questi spicca AMD, multinazionale produttrice di semiconduttori, che ha registrato una crescita di quasi il 70%, spinta dal grande successo dei chip Ryzen per Pc.
Performance straordinaria anche per Moneygram, società americana che si occupa di trasferimento fondi. Si tratta di un titolo ad altissima volatilità: basti pensare che nella seduta del 19 giugno ha perso più del 24% del suo prezzo per fare un balzo, il giorno successivo, del 167%. A gennaio 2019 il titolo quotava 1,99 dollari; nel momento in cui si scrive vale 3,43 dollari: una crescita del 71,50%. E gli analisti ritengono vi siano ancora spazi di crescita. Nei prossimi dodici mesi, infatti, il titolo potrebbe superare anche la soglia dei 5 dollari per azione.

Amazon

In conclusione, ritengo sia opportuno fare una breve riflessione su Amazon, uno dei titoli più interessanti del momento. Rispetto al NASDAQ, il titolo non ha certamente brillato offrendo una performance leggermente inferiore (+19,35% da inizio anno). E ancora di più nelle ultime 52 settimane, il titolo ha registrato un rosso di circa il 5%. Ma allora perché Amazon risulta essere uno dei titoli più interessanti del momento? Semplicemente perché offre prestazioni straordinarie nel lungo termine.
Dieci anni fa, ad esempio, il titolo quotava 80 dollari circa. Oggi ne vale circa 1.800. Una crescita del 2.044%. Per dirla in soldoni: un investimento di soli mille dollari fatto nel mese di agosto 2009 varrebbe oggi, non tenendo conto delle oscillazioni di cambio euro/dollaro, 22.144 dollari. Comprare azioni Amazon oggi potrebbe rappresentare un interessante investimento nel medio-lungo termine.
Il motivo del successo della società americana, proprietaria della più efficiente piattaforma di commercio elettronico al mondo, è dovuto prevalentemente ai grandi investimenti compiuti nel corso degli anni. E non soltanto nel territorio americano.
L'Italia, ad esempio, è un Paese in cui Amazon ha investito e continua a farlo. L'ultimo investimento, in ordine di tempo, è pari a 15 milioni di dollari tutti concentrati in Campania: 13mila metri quadrati; un capannone immenso su corso Salvatore D'amato, nell'area industriale di Arzano a pochi chilometri da Napoli; 30 persone assunte con contratto a tempo indeterminato e altri 120 autisti dell'indotto.

Articoli correlati

Tags: 

Aggiungi un commento