Come guadagnare con il trading online

Trading
Trading

Se sei arrivato fin qui è perché vuoi imparare a fare trading online, conoscere le principali tecniche per investire una parte del tuo capitale risparmiato o guadagnare acquistando e vendendo azioni e titoli. Qualunque sia il motivo per cui tu sia giunto fin qui, sono pronto a darti i principali suggerimenti per poter guadagnare con il trading online e a indicarti la strada da seguire per potenziare le tue conoscenze.
Non ho la pretesa di avere scritto una guida definitiva al trading online o di svelarti tutti i segreti del trader di successo (sì, ricordi bene: non molto tempo fa ho scritto un articolo in cui promettevo di svelarti i segreti dei trader per guadagnare in Borsa).
Questo articolo, tuttavia, è semplicemente il punto da cui potrai partire per ampliare le tue conoscenze, approfondire, studiare. Alla base di una buona riuscita vi è lo studio. Faccio il trader da oltre un decennio; ho sempre studiato e continuo a farlo.
Questo è ciò che mi sento di suggerirti: se vuoi veramente guadagnare con il trading online non ti resta altro da fare che metterti a studiare seriamente.
Per prima cosa ti dirò come analizzare il mercato, ricco di insidie ma anche di interessanti opportunità, vedrai come si leggono i grafici di Borsa e come farne un uso efficiente. Da qui imparerai a riconoscere il trend ossia la direzione intrapresa dal mercato, grazie alla quale sarà facile capire se il mercato è in salita o in discesa. A quel punto non ti resta altro che decidere se entrare o meno nella posizione ossia se acquistare o no il titolo, le azioni, le valute, le materie prime, le obbligazioni.
Ma una cosa, più di tutti, è di vitale importanza nel trading online: la gestione del rischio. Devi imparare a difenderti dalle perdite. E questo potrai farlo attraverso una adeguata diversificazione dell'investimento e l'adozione di un trading system.
In conclusione ti darò qualche suggerimento su come approfondire ancora di più le tue conoscenze sul trading online.

Analizza il mercato

Prima di decidere di investire in Borsa occorre eseguire una analisi del mercato in cui intendi operare. L'analisi del mercato ti consente di valutare la profittabilità di un'operazione. Sono due le tipologie di analisi che devi compiere:

  1. analisi fondamentale: consente di individuare l'andamento futuro del mercato in base alle notizie economiche relative ad un Paese o ad un settore;
  2. analisi tecnica: consente di individuare l'andamento futuro del mercato in base all'andamento passato. Ciò avviene, generalmente, con l'aiuto di indicatori forniti dalla piattaforma di trading.

Per conoscere più nel dettaglio queste due forme di analisi ti rimando ad un altro articolo che ho scritto intitolato Analisi tecnica e analisi fondamentale: due soluzioni per guadagnare in Borsa.

Fai uso di grafici

L'analisi tecnica, quella su cui si concentra la maggior parte dei trader, consiste nello studio del comportamento del mercato utilizzando i grafici. Il motivo è semplice: ogni grafico nasconde informazioni preziose e importanti segnali che, se interpretati correttamente, suggeriscono al trader il comportamento da adottare. Hai mai sentito parlare di supporti, resistenze, volume e oscillatori? Allora scopri come leggere i grafici azionari; ti renderai conto che non è per niente difficile.
Qualsiasi piattaforma di trading fornisce all'operatore numerosi grafici. Quelli più comuni sono di tre tipologie:

  1. grafico a linea;
  2. grafico a barre;
  3. grafico a candele.

Grafico a linea

Il grafico a linea è indubbiamente la tipologia di grafico più semplice. È costruito tenendo conto esclusivamente dei prezzi di chiusura del titolo cui fa riferimento e, pertanto, fornisce informazioni insufficienti a comprendere meglio la dinamica dell'asset.


Fonte: Borsa Italiana S.p.A.

Grafico a barre

Il grafico a barre mostra i prezzi di apertura e di chiusura nonché i livelli massimo e minimo di ogni periodo (giornaliero, settimanale e così via).


Fonte: Borsa Italiana S.p.A.

Grafico a candele

Molto simile al grafico a barre è il grafico a candele (detto anche Candlestick). Riporta, anch’esso, i prezzi di apertura e di chiusura, il massimo e il minimo ma a differenza del grafico a barre offre una maggiore chiarezza. Ogni candela, infatti, contiene un rettangolo che si colora in base all’aumento o alla diminuzione del prezzo del titolo (evidenziando, quindi, il movimento rialzista o ribassista). Le combinazioni di colori più comuni sono verde/rosso e bianco/nero.


Fonte: Borsa Italiana S.p.A.

Individua il trend

Per prima cosa, la direzione. Verso quale direzione stanno andando gli asset (azioni, valute, materie prime) sui quali vuoi investire? La Borsa sale; la Borsa scende. Le azioni guadagnano; le azioni perdono. Direzione. Segui la direzione. O come dicono gli americani, follow the trend. Se pensi di essere in grado, con il tuo investimento, di condizionare la direzione - il trend - di un titolo, puoi stare certo che perderai tutto il tuo capitale.
Non resta altro da fare che cavalcare il trend in atto.
Cosa vuol dire cavalcare il trend in atto? Osserva il grafico di un titolo e ti renderai ben presto conto. Prediamo, ad esempio, Enel quotato alla Borsa di Milano. Quello che vedi di seguito è un grafico trimestrale del tipo a candela. È facile intuire che dal mese di dicembre dello scorso anno è in atto un trend in crescita.

Il trend, quindi, è la direzione lungo cui si muove il grafico delle quotazioni di un determinato titolo. Un trend al rialzo si ha quando si registrano massimi e minimi crescenti; diversamente il trend sarà al ribasso. Si ha anche il movimento laterale, dove i massimi e i minimi si muovono quasi in maniera orizzontale.

Ritracciamento e inversione

Individuare un trend, pertanto, è la prima operazione per potere guadagnare nel trading online: i prezzi, infatti, tendono a conservare per un certo periodo di tempo la direzione. In un trend al rialzo, pertanto, i prezzi continueranno a salire fino a quando non si verificherà una correzione del movimento nel verso opposto al trend stesso. In tal caso si parla di ritracciamento o, nel peggiore dei casi, di inversione.
Come avrai avuto modo di constatare, individuare il trend è abbastanza semplice. La vera sfida, infatti, non è trovare la direzione ma stare attenti a ritracciamento e inversione. Questo problema è stato ampiamente affrontato da Sonia Salerno in un ebook nel quale spiega come riconoscere l'inversione del trend per anticipare l'investimento.

Gestione del rischio

Se hai deciso di investire in Borsa sei consapevole che andrai incontro al rischio di perdite totali o parziali del tuo capitale. Per quanto bravo tu possa essere, non riuscirai a chiudere ogni posizione in profitto. È così per tutti; quindi non demoralizzarti quando perderai parte dei tuoi capitali.
È solo che dovrai imparare a difenderti, minimizzare le perdite e ottimizzare i guadagni. I metodi di gestione del rischio sono abbastanza semplici e ben noti a tutti i trader. Per prima cosa dovrai diversificare il capitale; successivamente dovrai costruirti un trading system che, attraverso una adeguata gestione del rischio e una serie di filtri operativi, sia in grado di ottimizzare il rapporto rischio/rendimento globale. Continua a leggere perché tra un po' ti dirò come fare.

Diversificare l’investimento

Il più importante metodo per la gestione del rischio consiste nel diversificare l’investimento. Con tale terminologia si intende la distribuzione dell’investimento su una vasta gamma di asset. Cercherò di essere più chiaro con un banalissimo esempio.
Supponi di dover investire 10mila euro. Destinando l’intera cifra in un unico investimento azionario assumeresti un rischio maggiore e perderesti gran parte del capitale se le azioni nelle quali hai investito dovessero crollare.
Per diversificare il tuo capitale potresti, ad esempio, investire il 75% in obbligazioni (offrono un rendimento minore rispetto alle azioni ma sicuramente sono meno rischiose) e la restante parte in azioni. A sua volta, il capitale investito in obbligazioni potrà essere diversificato destinando, ad esempio, il 55% in titoli di Stato, il 35% in obbligazioni di qualche importante società e la restante parte in bond stranieri. Anche il capitale investito in azioni potrà essere diversificato prevedendo, ad esempio, azioni del comparto energetico, alimentare e industriale.
L’autrice Sonia Salerno, parlando di gestione del capitale nel libro Investire in opzioni binarie, ricorda che combinare una corretta e razionale gestione dei fondi con una corretta diversificazione del portafoglio porterà, nel tempo, a investimenti di successo piuttosto che fallimentari, consentendo di fare trading con più calma e limitando le perdite. Suggerisce, inoltre, due differenti tipologie di investimento:

  1. investimento difensivo (regola 5/15): il rischio è limitato al 5% dei fondi in ogni singola posizione fino ad un massimo del 15% dell’intero portafoglio;
  2. investimento aggressivo (regola 10/30): il rischio è esteso fino al 10% dei fondi in ogni singola posizione fino ad un massimo del 30% dell’intero portafoglio.

Trading system

I trading system sono sistemi automatici che forniscono segnali di entrata e di uscita dal mercato in base ai parametri stabiliti dal trader. Per dirla in due parole è un software che controlla, monitora e analizza un titolo in Borsa e se rileva un’opportunità di acquisto la segnala al trader e procede in automatico all’immissione dell’ordine.
I trading system sono stati oggetto di approfondimento in un precedente articolo intitolato Come guadagnare in Borsa con i trading systems a cui ti rimando per una utile lettura.

Guide per il trading online

Prima di concludere questo intervento vorrei suggerirti alcune utili guide da leggere, in aggiunta a quelle degli autori già citati in questo articolo, per approfondire le tue conoscenze sul trading online. Puoi facilmente acquistarle su Amazon:

Articoli correlati

Tags: 

Aggiungi un commento