Lavorare nel trading: perché molti aspiranti professionisti falliscono

Operatore trading
Operatore trading

Negli ultimi anni il trading online sta interessando tantissimi giovani. Una delle ragioni principali è quella dell'accessibilità. Oggi praticamente tutti possono negoziare sui mercati attraverso un broker, una figura che svolge il ruolo di intermediazione. Negli ultimi anni l'avvento delle opzioni binarie ha di fatto semplificato il tutto permettendo ai non professionisti di fare trading facilmente, spesso con scarsi risultati.
Molti italiani cercano fortuna nel commercio di derivati o investendo in borsa, tuttavia pochissimi hanno effettivamente successo. Si stima che solo il 5% delle persone che investono oggi riescono ad ottenere dei buoni risultati.
Per scoprire il perché di questo fallimento oggi cerchiamo di analizzare i motivi principali che riescono a far emergere i professionisti dalla massa. L'elenco completo è stato analizzato dal portale di informazione IlCorsivoQuotidiano e lo potete trovare a questo indirizzo http://ilcorsivoquotidiano.net/forex/professione-forex-trading-lavoro.html. Ora iniziamo con l'approfondire alcuni degli aspetti proposti.

Mancanza di disciplina

Molti investitori non riescono ancora a controllare le loro emozioni quando decidono di fare trading. Sappiamo tutti che lavorare su noi stessi non è facile, tuttavia non possiamo ignorare questo fattore essenziale che può veramente fare la differenza.
Il risultato di una mancata auto regolamentazione è che le perdite aumentano. La paura di perdere tutto, inoltre, può influenzare negativamente ogni tipo di attività causando anche forte stress emotivo. In queste situazioni il trader potrebbe fare il contrario di quanto dovrebbe interrompendo un commercio con anticipo o prendendosi inutili rischi per arginare eventuali perdite. L'unico modo che si ha per ovviare a questo problema è quello di progettare un piano di trading, svilupparlo in tutti i punti e seguirlo senza deviazioni.

La mancanza di pianificazione

Ogni bravo professionista dovrebbe cercare di pianificare attentamente le proprie attività, dovrebbe cioè stilare quello che si chiama piano di trading. I mercati finanziari sono molto incerti e volatili, per questo motivo tutti gli operatori hanno bisogno di mettere nero su bianco le singole attività e seguirle alla lettera senza colpi di testa. Se volete avere successo non avete scelta.

Imparare dai propri errori

Un detto famoso di Warren Buffet dice “Nessuno ha intenzione di fallire”. Nella nostra vita, però, spesso abbiamo la necessità di fare degli errori per capire alcune cose. Ed è proprio dagli errori passati che si imparano le cose più utili.
Nel trading anche questa cosa è vera? In parte sì ed in parte no. Pensiamo al mercato forex ad esempio. Gli errori servono a capire cosa non fare ma è evidente che è improbabile riuscire a sostenere delle perdite finanziarie derivanti dai nostri errori. Una grossa fetta di aspiranti trader abbandona i mercati proprio dopo avere realizzato delle perdite, non necessariamente grandi. L'approccio ideale per diventare trader sarebbe quello di apprendere dall'esperienza di persone di successo, per questo motivo le comunità social o i forum frequentati dai professionisti possono essere molto utili.

Porsi degli obiettivi irrealistici

Gli investimenti finanziari non servono a diventare ricchi. Eppure molti aspiranti trader vorrebbero fare del forex una professione. Chiedetevi quali sono i vostri obiettivi a lungo termine senza essere troppo ambiziosi.
Chi ha avuto successo, infatti, è riuscito ad arrivare a certi livelli con pazienza, competenza e molto studio. Se volete evitare i disastri dunque evitate di impostare degli obiettivi che non sono realizzabili, correreste il rischio di farvi prendere dall'ansia e ottenere scarsi risultati.

Investire un capitale adeguato

Cosa ci insegnano coloro che vivono di trading? Che quantità piccole di capitali come 100 euro non sono sufficienti a investire sui mercati. Perché allora su molti siti di trading ci dicono che bastano poche centinaia di euro per fare soldi?
Cercate di essere intelligenti filtrando le vostre fonti di informazione. Investire significa proteggere il capitale nel lungo periodo, il trading è invece ben altra cosa. Dunque sarete d'accordo con me che piccoli capitali porteranno a piccoli rendimenti. Decidete dunque un capitale che potete realmente investire e procedete seguendo il vostro piano di trading con pazienza. Ci vuole molto tempo per realizzare dei profitti ma l'accortezza è una delle strade serie che porta ad investimenti equi e non azzardati.

Conclusioni

Il consiglio migliore che possiamo dare è quello di entrare in contatto con i professionisti del settore ed investire sullo studio e formazione. Imparando dalle comunità di trading, seguendo le strategie dei professionisti si potrà ambire a portare avanti le proprie attività di trading con successo.

Articoli correlati

Argomenti: 

Aggiungi un commento