Imprese agricole: agevolazioni e finanziamenti

Imprese agricole
Imprese agricole

La legge di bilancio per il 2017 ha previsto due interessanti agevolazioni per le imprese agricole. Si tratta di interventi di notevole importanza, facilmente applicabili dalle Pmi operanti in agricoltura: l'esonero contributivo per i coltivatori diretti e gli imprenditori agricoli professionali con meno di 40 anni e l'esenzione Irpef per i redditi dominicali e agrari relativi ai terreni dichiarati dai coltivatori diretti e dagli imprenditori agricoli professionali iscritti nella previdenza agricola. Ma a disposizione degli imprenditori vi sono altre agevolazioni e altri finanziamenti dei quali vogliamo darne evidenza in questa pratica guida. Ma prima di procedere con le principali agevolazioni e i finanziamenti vi suggerisco di iscrivervi alla newsletter affinché possiate ricevere gratuitamente nella vostra casella di posta elettronica ogni utile informazione per lo sviluppo del business della vostra azienda.

Contributi per l'insediamento dei giovani

E' un contributo rivolto ai giovani che vogliono insediarsi in una azienda agricola in qualità di capo azienda. E', quindi, uno strumento utile per favorire il ricambio generazionale puntando all'insediamento di giovani di età compresa tra 18 e 40 anni che intendono acquistare un'azienda agricola con mutui a tasso agevolato. Il contributo massimo è di 70.000 euro. La domanda di partecipazione deve essere presentata entro il 12 maggio 2017.

Esonero contributivo per imprenditori agricoli professionali

Sono esonerati dal pagamento dei contributi i coltivatori diretti e gli imprenditori agricoli professionali under 40. Più in particolare, nei primi tre anni di attività, l’esonero sarà integrale, dopo di che sarà pari a: 100% per i primi 36 mesi; 66% per i successivi 12 mesi; 50% per ulteriori 12 mesi. L'agevolazione, da riconoscersi nel limite massimo delle norme europee sugli aiuti de minimis, non è cumulabile con altre forme di esonero o riduzioni di aliquote.

Finanziamenti a fondo perduto per il miglioramento della sicurezza

E' agevolato l'acquisto o il noleggio con patto di acquisto di trattori agricoli e forestali o di macchine agricole e forestali, caratterizzati da soluzioni innovative per l’abbattimento delle emissioni inquinanti, la riduzione del rischio rumore, il miglioramento del rendimento e della sostenibilità globali delle aziende agricole.
I finanziamenti sono a fondo perduto e vengono assegnati fino a esaurimento delle risorse finanziarie, secondo l’ordine cronologico di ricezione delle domande. Termine di scadenza per la presentazione delle domande fissato al 28 aprile 2017.

Esenzione Irpef per coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali

A partire dal 2017 i coltivatori diretti e gli Iap potranno godere dell'esenzione Irpef sui redditi dominicali e agrari. La legge di bilancio 2017 stabilisce, infatti, che a decorrere dal 1° gennaio 2017, con riferimento al triennio 2017/2019, non concorreranno alla formazione della base imponibile, ai fini Irpef, e delle relative addizionali, i redditi dominicali e agrari riferibili ai terreni dichiarati dai coltivatori diretti e dagli imprenditori agricoli professionali, iscritti alla previdenza agricola.

Agevolazioni per imprese della pesca e dell'acquacoltura

Per migliorare la competitività delle Pmi nel settore della pesca e dell'acquacoltura sono disponibili contributi previsti dal P.O. FEAMP 2014/2020, MISURA 5.69. Sono considerate ammissibili al finanziamento del FEAMP le spese sostenute a decorrere dal 1 settembre 2015 e che siano portate a termine prima della presentazione della domanda di finanziamento, indipendentemente dal fatto che tutti i relativi pagamenti siano stati effettuati. La spesa minima ammissibile non può essere inferiore a 100.000 euro.

Tags: 

Aggiungi un commento