I 6 migliori incentivi per avviare un'impresa

Finanziamenti
Finanziamenti

L'emergenza epidemiologica da Coronavirus ha innescato una crisi economica incredibilmente pesante con gravi ricadute su lavoratori e imprese. Ristori e sostegni previsti da diversi decreti non sono stati sufficienti a coprire le grosse perdite registrate in questi mesi e molte imprese hanno abbassato le saracinesche, i lavoratori licenziati (compatibilmente con il blocco dei licenziamenti) oppure messi in cassa integrazione. Però, dopo un iniziale scoramento, occorre rimettere nuovamente in moto il sistema, rialzando quelle serrande abbassate. Servono aiuti. Finanziamenti a fondo perduto. Incentivi per fare impresa. Agevolazioni nuove imprese. Ecco, quindi, i 6 migliori incentivi per chi vuole avviare un'impresa.

SULLO STESSO ARGOMENTO
Guida all'incentivo Resto al Sud Guida all'incentivo Resto al Sud
LavoroImpresa.com, 2020
€ 3,49
10 idee per ripartire 10 idee per ripartire
Fisco e Tasse - Maggioli Editore, 2020
€ 16,54
Guida all'avvio di un'impresa Guida all'avvio di un'impresa
Fisco e Tasse - Maggioli Editore, 2020
€ 15,50

Resto al Sud

Resto al Sud è indubbiamente il miglior incentivo pensato per sostenere la nascita e lo sviluppo di nuove attività imprenditoriali e libero professionali in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia e nelle aree del cratere sismico del Centro Italia (Lazio, Marche, Umbria).

Gli under 56 hanno a disposizione complessivamente un miliardo e 250milioni di euro per avviare la propria impresa.

L'incentivo si rivolge a:

  • imprese costituite dopo il 21/06/2017;
  • imprese costituende (la costituzione deve avvenire entro 60 giorni - o 120 giorni in caso di residenza all’estero - dall’esito positivo dell’istruttoria).

Resto al Sud copre fino al 100% delle spese, con un finanziamento massimo di 50mila euro per ogni richiedente, che può arrivare fino a 200mila euro nel caso di società composte da quattro soci.

Per richiedere l'incentivo è previsto un percorso ben dettagliato che va dalla presentazione della domanda e del business plan fino ad un colloquio via Skype. A tal proposito, ti do due strumenti che ti consentiranno di essere ammesso all'incentivo Resto al Sud:

  1. il primo è l'e-book Resto al Sud per conoscere tutta la disciplina aggiornata e per evitare di commettere quegli errori che ti faranno rifiutare il finanziamento dell'incentivo;
  2. il secondo è un esempio business plan Resto al Sud per presentare il progetto completo di conto economico e stato patrimoniale a cinque anni, analisi SWOT, break even e piano marketing.

Cultura Crea 2.0

Cultura Crea 2.0 sostiene la nascita e la crescita di imprese e iniziative no profit nel settore turistico-culturale. I finanziamenti sono attivi nelle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia.

Più nel dettaglio, l'incentivo si rivolge alle micro, piccole e medie imprese dell’industria culturale e creativa, inclusi i team di persone che vogliono costituire una società, e ai soggetti del terzo settore che vogliono realizzare i loro progetti di investimento in Basilicata, Campania, Puglia, Calabria e Sicilia.

Sono finanziabili programmi di spesa fino a 400mila euro che prevedono la creazione o l’introduzione di prodotti o servizi innovativi. Le agevolazioni consistono in:

  • un finanziamento agevolato a tasso zero, fino al 40% della spesa ammessa;
  • un contributo a fondo perduto fino al 40%della spesa ammessa.

Smart&Start Italia

Smart&Start Italia sostiene la nascita e la crescita delle startup innovative. L'incentivo finanzia progetti compresi tra 100mila euro e 1,5 milioni di euro per acquistare beni di investimento, servizi, spese del personale e costi di funzionamento aziendale.

È previsto un finanziamento a tasso zero, senza alcuna garanzia, a copertura dell’80% delle spese ammissibili. Le startup con sede in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia nonché le startup innovative localizzate nel Cratere sismico del Centro Italia possono godere di un contributo a fondo perduto pari al 30% del mutuo e restituire così solo il 70% del finanziamento ricevuto.

ON - Oltre Nuove imprese a tasso zero

L'incentivo denominato ON - Oltre Nuove imprese a tasso zero è rivolto a giovani di età compresa tra 18 e 35 anni e donne che intendano diventare imprenditori. Prevede un un mix di finanziamento a tasso zero e contributo a fondo perduto per progetti d’impresa con spese fino a 3 milioni di euro, e può coprire fino al 90% delle spese totali ammissibili.

La circolare 8 aprile 2021, n. 117378 del Ministero dello Sviluppo Economico ha introdotto nuovi criteri.

Nuovo SELFIEmployment

Il Nuovo SELFIEmployment finanzia con prestiti a tasso zero fino a 50mila euro l'avvio di piccole iniziative imprenditoriali, promosse da NEET, donne inattive e disoccupati di lungo periodo, su tutto il territorio nazionale.

Incentivo all'autoimprenditorialità

I lavoratori che hanno diritto alla NASpI possono richiedere la liquidazione anticipata, in unica soluzione, dell'importo complessivo dell'indennità spettante per avviare una nuova attività lavorativa. La domanda deve essere presentata all'INPS.

Per conoscere più nel dettaglio l'anticipo NASpI puoi leggere l'articolo intitolato Anticipo NASpI 2021: indennità per avviare un'impresa.

ARTICOLI CORRELATI

Argomenti: 

Aggiungi un commento