Guida al rimborso dell'IVA

Rimborso IVA
Rimborso IVA

Una delle disposizioni normative che ha profondamente modificato la disciplina relativa all'esecuzione dei rimborsi dell'Iva è stato l'art. 13 del D.Lgs. 21 novembre 2014, n. 175 che ha sostituito l'art. 38-bis del DPR 26 ottobre 1972, n. 633. La conversione del Dl 193/2016, inoltre, ha previsto l'innalzamento a 30mila euro del limite entro il quale il rimborso del credito IVA è erogato senza adempimenti aggiuntivi. La nuova formulazione del citato articolo 38-bis, tenendo conto anche delle più recenti modifiche, tenta di semplificare e accelerare l'erogazione dei rimborsi IVA prevedendo la possibilità di:

  1. ottenere rimborsi IVA fino a 30mila euro senza la prestazione di garanzia e senza altri adempimenti (ossia in base alla sola presentazione della dichiarazione IVA o il modello infrannuale TR);
  2. ottenere rimborsi IVA di importo superiore a 30mila euro presentando una dichiarazione annuale o un’istanza trimestrale munita di visto di conformità, o sottoscrizione alternativa, e una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà attestante la sussistenza dei requisiti patrimoniali stabiliti dalla norma;
  3. ottenere rimborsi IVA di importo superiore a 30mila euro presentando garanzia nelle ipotesi di situazioni di rischio.

La conversione in legge del Dl 193/2016 ha previsto l'innalzamento a 30mila euro del limite massimo entro il quale il rimborso del credito IVA è erogato senza adempimenti aggiuntivi.

Comincia da qui la guida al rimborso dell'IVA, un approfondimento in quattro appuntamenti che illustra a 360 gradi il processo di rimborso dell'imposta. Con il primo articolo di questa guida, intitolato Disciplina del rimborso IVA annuale e trimestrale verrà presentata l'intera disciplina del rimborso dell'IVA, nelle due fattispecie: annuale e trimestrale. Il rimborso dell'IVA, in sintesi, può essere richiesto quando dalla dichiarazione annuale risulta che l'IVA detraibile, maggiorata delle somme versate mensilmente, sia superiore all'imposta relativa alle operazioni imponibili. Ma la disciplina IVA consente al contribuente, al ricorrere di ipotesi ben definite, la possibilità di ottenere il rimborso in relazione a periodi inferiori all'anno.

In questa guida verrà presentata l'intera disciplina del rimborso dell'IVA, nelle due fattispecie: annuale e trimestrale.

Con l'articolo intitolato “Procedura per richiedere il rimborso IVA”, secondo appuntamento di questa guida, saranno indicati gli adempimenti che il contribuente dovrà porre in essere per ottenere il rimborso. In particolare, si parlerà di dichiarazione IVA e di modello TR.

L'amministrazione finanziaria ha tre mesi di tempo dalla data di effettiva presentazione della dichiarazione per procedere al rimborso IVA inferiore a 30mila euro. Sulle somme rimborsate si applicano gli interessi del 2% annuo. Sarà proprio l'esecuzione dei rimborsi IVA fino a 30mila euro l'oggetto di approfondimento del terzo appuntamento di questa guida.


Guida al rimborso dell'IVA:
  1. Disciplina del rimborso IVA annuale e trimestrale
  2. Procedura per richiedere il rimborso IVA
  3. Esecuzione dei rimborsi IVA fino a 30mila euro
  4. Esecuzione dei rimborsi IVA superiori a 30mila euro


Più complesso è, invece, il rimborso IVA superiore a 30mila euro. Visto di conformità, atto di notorietà, situazioni di rischio e garanzia saranno, quindi, argomenti trattati nell'ultimo appuntamento di questa guida intitolato Esecuzione dei rimborsi IVA superiori a 30mila euro.

Per chi ha intenzione di approfondire gli aspetti legati non soltanto al rimborso IVA ma all'intera disciplina dell'imposta sul valore aggiunto suggerisco due testi completi e aggiornati:

  1. IVA 2018. Fisco pratico IVA 2018 di Claudio Clementel, Stefano Angheben, Franco Chesani, Lorenzo Molinari - Sintesi, 2018;
  2. IVA. Imposta sul valore aggiunto 2018 di Renato Portale - Giuffré, 2018.

Tags: 

Aggiungi un commento