730 precompilato: le novità per il 2016

Parte anche quest’anno il periodo dedicato alla dichiarazione dei redditi. Ad essere precisi, dal 15 aprile i contribuenti di tutta Italia potranno visualizzare i dati e le informazioni contenute nel modello 730 precompilato. L’accesso è effettuato tramite i sistemi dell’Agenzia delle Entrate. Da quel momento si avranno circa due mesi e mezzo di tempo per controllare, modificare (se necessario) e inviare all’Agenzia delle Entrate il proprio modello. La scadenza per l’invio del modello 730 precompilato è fissata al 7 luglio. Vediamo, quindi, quali sono le novità che riguarderanno il modello 730 per il 2016.

Spese mediche

A partire da quest’anno le spese mediche si troveranno già inserite nel 730 precompilato. Medici, farmacie e strutture sanitarie hanno già comunicato all’Agenzia delle Entrate le spese sostenute da tutti i contribuenti relative a visite mediche, analisi e farmaci da banco. Su tali spese spetta una detrazione del 19%.

Bonus ristrutturazioni e risparmio energetico

Spazio anche ai lavori fatti per la ristrutturazione dell’immobile e per il risparmio energetico che danno diritto alla detrazione rispettivamente del 50% e del 65%. Attenzione, però: la spesa non sarà presente nella dichiarazione precompilata. Sarà inserita nel foglio informativo e sarà cura del contribuente riportarla nel modello 730.

Interessi per mutui

Anche per il 2016 la percentuale di sconto sugli interessi per mutui è pari al 19% con un massimale di 4.000 euro.

Spese veterinarie

Le spese veterinarie non rientrano nelle voci inserite automaticamente nel modello 730 precompilato. Sarà, quindi, cura del contribuente inserirle, se necessario. Si ricorda che è possibile detrarre il 19% solo per le somme superiori a 129,11 euro e, comunque, fino all’importo massimo di 387,34 euro.

Spese funebri

Anche le spese funebri saranno riportate nel modello 730 precompilato. Mentre fino all’anno scorso si aveva diritto alla detrazione solo se la persona deceduta rientrava tra i familiari, da quest’anno non esiste più il vincolo di parentela.

Spese scolastiche

Da quest’anno saranno detraibili le spese sostenute per la frequenza nelle scuole dell’infanzia e per il primo ciclo di istruzione. Tuttavia, nel modello 730 precompilato si troveranno solamente le tasse universitarie.

Modello 730/2016: guida alla compilazione

In questi anni sono state introdote importanti modifiche normative. Il già citato trattamento delle spese di istruzione e delle spese funebri ne sono solo un esempio. Da non dimenticare i chiarimenti forniti dall'Agenzia delle Entrate nel corso del 2015 in materia di ristrutturazioni edilizie, risparmio energetico, bonus arredo, spese sanitarie nonché l'introduzione di specifici controlli preventivi da parte dell'Agenzia delle Entrate, propedeutici al rimborso dei crediti maturati dal contribuente. Per ogni ulteriore approfondimento vi rimando alla lettura della guida alla compilazione del modello 730/2016.

Articoli correlati

Argomenti: 

Aggiungi un commento