730 precompilato: agevolazioni sugli immobili

730 precompilato
730 precompilato

Terzo e ultimo appuntamento con la guida al 730 precompilato 2017. Sono numerose le agevolazioni che riguardano gli immobili in genere o, più nello specifico, l'abitazione principale. Si pensi non soltanto agli interventi di ristrutturazione e riqualificazione ma anche al bonus mobili per le giovani coppie o alla detrazione dei canoni leasing per abitazione principale. In questo ultimo articolo della guida conosceremo le principali agevolazioni 2017 sugli immobili da riportare nel modello 730 precompilato.

Bonus mobili per giovani coppie

Alle giovani coppie, anche conviventi di fatto da almeno tre anni, in cui uno dei due componenti non ha più di 35 anni e che nel 2015 o nel 2016 hanno acquistato un immobile da adibire ad abitazione principale è riconosciuta la detrazione del 50% delle spese sostenute, entro il limite di 16.000 euro, per l’acquisto di mobili nuovi destinati all’arredo dell’abitazione acquistata (letti, comodini, scaffali, poltrone e così via). I documenti per accedere alla detrazione sono l'atto di compravendita della casa, la carta d'identità per attestare l'età inferiore a 35 anni e un certificato di residenza per dimostrare che la coppia vive insieme da almeno tre anni.

Interventi di ristrutturazione e riqualificazione

A partire dalle dichiarazioni 2017 verranno indicati nella precompilata le spese per interventi di ristrutturazione o riqualificazione energetica effettuati su parti comuni di comdomini. Gli amministratori di condominio, infatti, devono trasmettere una comunicazione contenente i dati relativi alle spese sostenute nel 2016 dal condominio, per interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica effettuati sulle parti comuni degli edifici residenziali nonché per l'acquisto di mobili ed elettrodomestici finalizzati all'arredo delle parti comuni dell'immobile oggetto di ristrutturazione. Inoltre gli amministratori di condominio dovranno comunicare le quote di spesa imputate ai singoli condòmini affinché si possa attribuire a ciascun contribuente la detrazione Irpef in relazione alla spesa effettivamente rimasta a suo carico.

Credito d'imposta per videosorveglianza

È riconosciuto un credito d'imposta per le spese sostenute nel 2016 per la videosorveglianza diretta alla prevenzione di attività criminali.

Canoni leasing per abitazione principale

E’ riconosciuta una detrazione del 19% dell’importo dei canoni di leasing pagati nel 2016 per l’acquisto di unità immobiliari da destinare ad abitazione principale, ai contribuenti che alla data di stipula del contratto avevano un reddito non superiore a 55.000 euro. E’ previsto un limite di spesa di 4.000 euro per quanto riguarda i canoni e 20.000 euro per quanto riguarda il riscatto. Gli importi sono raddoppiati se l’acquirente è un giovane di età inferiore a 35 anni.

Detrazione Iva per acquisto immobili in classe energetica A o B

Spetta una detrazione del 50% dell’Iva pagata nel 2016 ai soggetti che hanno acquistato un’abitazione di classe energetica A o B.

Detrazione per dispositivi multimediali per il controllo da remoto

E’ riconosciuta una detrazione del 65% delle spese sostenute nel 2016 per l’acquisto, l’installazione e la messa in opera di dispositivi multimediali per il controllo da remoto degli impianti di riscaldamento, produzione acqua calda e climatizzazione delle unità abitative.

Agevolazioni immobili

Per approfondimenti circa le agevolazioni sugli immobili si rimanda alla lettura del libro Le nuove detrazioni e agevolazioni sugli immobili.

Articoli correlati

Tags: 

Aggiungi un commento