La legge di bilancio è definitiva: tutte le novità 2022

Legge di bilancio 2022
Legge di bilancio 2022

Il testo definitivo della legge di bilancio 2022 contiene numerosi provvedimenti e altrettante novità che riguarderanno imprese, professionisti e lavoratori dipendenti. In particolare, sono diverse le misure finalizzate a favorire la competitività del sistema produttivo italiano. Si va dalle pensioni all'IVA, dall'Irpef all'Irap. Ecco quali sono le misure più importanti.

SULLO STESSO ARGOMENTO
Ammortizzatori sociali e misure a sostegno del reddito Ammortizzatori sociali e misure a sostegno del reddito
LavoroImpresa.com, 2021
€ 24,00
Obblighi e adempimenti IVA nelle operazioni nazionali Obblighi e adempimenti IVA nelle operazioni nazionali
Primiceri Editore, 2020
€ 15,00
Patent box Patent box
LavoroImpresa.com, 2017
€ 18,99

Patent box

Cambia il patent box. L’incentivo sui brevetti passa dal 90% al 110%. Sono esclusi dall'ambito dei beni agevolabili i marchi di impresa. L’incentivo è, quindi, limitato ai brevetti o ai beni comunque giuridicamente tutelati. Eliminato il divieto di cumulo con il credito d'imposta per ricerca e sviluppo.

Irap

Cancellata l’Irap per circa 835mila autonomi, tra professionisti e ditte individuali (il 41,2% della platea totale degli attuali contribuenti Irap). Nulla cambia, invece, per le altre società, gli enti privati e le amministrazioni pubbliche.

Credito d'imposta sui beni strumentali digitali

L'ex iperammortamento, oggi rinominato credito d'imposta sui beni strumentali digitali, viene prorogato fino al 2025, ma dimezzato rispetto al 2022: sarà del 20% per investimenti fino a 2,5 milioni di euro, del 10% per la quota fino a 10 milioni e del 5% per la quota sopra i 10 milioni. Il limite massimo di costi ammissibili è di 20 milioni di euro.

Super ammortamento

Nessuna proroga per il super ammortamento sui beni tradizionali, che si chiuderà a giugno 2023.

Nuova Sabatini

Rifinanziata la Nuova Sabatini con 900 milioni di euro fino al 2026. Rimodulati gli stanziamenti annuali e ridotta la possibilità per le imprese di ottenere gli aiuti in un'unica soluzione.

Incentivi assunzioni

Per il contratto di espansione vengono stanziati complessivamente oltre 1,6 miliardi per il triennio 2022-2024, destinati agli accordi per lo scivolo pensionistico fino a cinque anni, favorendo il turnover con una assunzione ogni tre uscite di lavoratori e per la riduzione dell'orario di lavoro. La manovra abbassa a 50 dipendenti la soglia delle imprese che possono accedervi.

Previsto anche l'esonero contributivo per i datori di lavoro privati che assumono con contratto a tempo indeterminato lavoratori che provengono da imprese in crisi. Lo sgravio è totale anche per le Pmi che assumono nei primi tre anni di tirocinio.

Irpef

Riformata l’Irpef: le aliquote passano da cinque a quattro:

  • redditi fino a 15.000 euro, 23%;
  • fra 15mila e 28mila euro, 25%;
  • da 28mila a 50mila, 35%;
  • oltre 50mila euro, 43%.

Rimodulate, inoltre, le detrazioni da lavoro dipendente e da pensione. Il bonus Renzi spetta per intero ai redditi fino a 15mila euro, mentre si riduce sopra questa cifra e fino a 28mila euro, soglia oltre la quale non spetta più.

IVA

Viene rinviata di due anni l’entrata in vigore del regime IVA per il terzo settore e il mondo dello spettacolo. L'IVA sugli assorbenti femminili scende dal 22% al 10%.

Cartelle esattoriali

Sei mesi di tempo (180 giorni) per pagare, senza interessi di mora e sanzioni, le cartelle notificate dal primo gennaio al 31 marzo 2022.

Congedi di paternità e maternità

La paternità obbligatoria sale a dieci giorni da fruire entro i primi cinque mesi dalla nascita o ingresso in famiglia del figlio (anche adottivo). La misura, prevista fino al 2021 in via sperimentale, diventa adesso strutturale.

Tre mesi in più (quindi, da cinque a otto mesi) di congedo di maternità per le lavoratrici autonome che dichiarano un reddito inferiore a 8.145 euro.

Pensione

Nuove regole per chi vuole andare in pensione:

  • quota 102 consente di andare in pensione con 64 anni e 38 di contributi ma solo per il 2022;
  • opzione donna prorogata di un anno;
  • APE sociale prorogata di un anno seppur con alcune modifiche e restrizioni.

Ecobonus

Saltano i vincoli ipotizzati dal governo per poter accedere al Superbonus, mentre per le facciate scende dal 90 al 60% con l'inserimento di ulteriori agevolazioni.

Riforma ammortizzatori sociali

Al fine di portare avanti il progetto di riforma degli ammortizzatori sociali, sono stati stanziati circa 3 miliardi di euro nel 2022. Aumentano i sussidi di disoccupazione e negli istituti ordinari e straordinari sono state incluse nuove categorie di lavoratori come quelli impiegati in aziende con meno di 5 dipendenti, nonché gli apprendisti e i lavoratori a domicilio.

Reddito di cittadinanza

Rifinanziato il reddito di cittadinanza. Previsto circa un miliardo di euro in più l'anno. Arrivano anche un rafforzamento degli strumenti di controllo sul possesso dei requisiti dei percettori del RdC e una revisione delle regole sulla ricerca dell'occupazione.

ARTICOLI CORRELATI

Argomenti: 

Aggiungi un commento