Dichiarazione dei redditi: novità 2014 del modello 730

Dichiarazione dei redditi
Dichiarazione dei redditi

Questo è un periodo in cui gran parte dei contribuenti, lavori dipendenti e pensionati, cominciano a pensare alla propria dichiarazione dei redditi. Il primo appuntamento è, infatti, quello del modello 730. Entro il prossimo 30 aprile il modello deve essere presentato al proprio datore di lavoro o ente pensionistico. Se, invece, ci si avvale di un Centro di Assistenza Fiscale o di un professionista abilitato si ha tempo fino al 31 maggio.

Novità del 2014
Una delle novità più importanti in tema di dichiarazione dei redditi è quella che può utilizzare il modello 730 anche chi ha perso il lavoro ed è disoccupato e, quindi, senza sostituto d'imposta. In caso di dichiarazione a credito il contribuente otterrà il rimborso dell'Irpef direttamente sul proprio conto corrente. Fra le altre novità di quest'anno vi è l'aumento delle detrazioni d'imposta per i figli a carico.

Detrazioni per figli a carico
Le detrazioni d'imposta per figli a carico salgono da 800 euro a 950 euro per ciascun figlio a carico di età pari o superiore a tre anni e da 900 euro a 1.220 euro per ciascun figlio di età inferiore a tre anni. Aumenta, inoltre, da 220 euro a 400 euro l'importo aggiuntivo della detrazione per ogni figlio con disabilità.

Interventi di recupero edilizio e risparmio energetico
Per le spese relative a interventi di recupero edilizio sostenute nel 2013 c'è una detrazione d'imposta del 50%. Per i lavori finalizzati al risparmio energetico la detrazione sale dal 55% al 65% per le spese effettuate dal 6 giugno al 31 dicembre 2013. Per i lavori antisismici è prevista una detrazione d'imposta del 65% su una spesa massima non superiore a 96.000 euro e sulle spese effettuate dal 4 agosto al 31 dicembre 2013.

Acquisto mobili
La detrazione del 50% è estesa anche alle spese relative all'acquisto di arredi, mobili e grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ destinati all'immobile ristrutturato sostenute dal 6 giugno 2013. La detrazione spetta su un ammontare non superiore a 10.000 euro e deve essere ripartita in dieci rate di uguale importo.

Assicurazioni sulla vita e contro gli infortuni
Sono detraibili i premi relativi alle assicurazioni sulla vita e contro gli infortuni. L'importo massimo su cui calcolare la detrazione del 19% scende da 1.291 euro a 630 euro.

Articoli correlati

Tags: 

Aggiungi un commento