Come aprire un sito web per vendere online

Creazione siti web
Creazione siti web

Avete mai pensato di aprire un sito web per la vostra attività, per vendere online o per lanciare un e-commerce? Pensate sia difficile? Assolutamente no. E’ più facile di quanto possiate immaginare. Le nuove tecnologie, infatti, permettono a tutti di creare un sito web. Anche senza essere esperti programmatori; anche senza conoscere il linguaggio HTML o PHP; anche senza necessariamente dover impazzire dietro ai CSS. Oggi tutto è molto semplice e con i suggerimenti che vi darò, creare un sito web sarà ancora più divertente.

Perché aprire un sito web

In questi anni grandi imprese e PMI sono riuscite a potenziare le vendite di beni e servizi puntando tutto sull'e-commerce. Analizzando le statistiche, la crescita delle compravendite online è destinata ad aumentare anche nei prossimi anni. E questo anche in funzione del fatto che il business online consente realmente di accrescere i risultati economici delle imprese nonché permette di identificare meglio i potenziali clienti, conoscendone le abitudini e guidandoli lungo il processo di acquisto. E' questo in sintesi il motivo principale che spinge anche le imprese più giovani a puntare sull'e-commerce, a investire risorse e capitali. Tutto parte, quindi, con lo sviluppo di un sito web o di un efficiente sistema di e-commerce.

Aprire un sito web

Un sito web o un e-commerce è la porta d'ingresso al vostro business ossia l'unico strumento in grado di mettervi in contatto con i consumatori di tutto il mondo. E-commerce o sito web vanno realizzati dopo aver fatto un'analisi del pubblico potenziale e dei rispettivi bisogni. Prima di lanciare un qualsiasi business online è necessario comprendere i bisogni delle persone e individuare le necessità del pubblico a cui vi rivolgete. Una volta individuati i bisogni della collettività è necessario conoscere quanti sono i siti web che rispondono a questa esigenza. Comincia, così, una analisi dei competitors: è questa l'occasione per individuare i loro punti deboli e le loro criticità e cercare di fare meglio.
Fin qui tanta teoria. Ma vediamo, adesso, come si apre tecnicamente un sito web. Io nel mio lavoro utilizzo i CMS.

Cos’è un CMS

Un CMS (Content Management System) è letteralmente un sistema di gestione dei contenuti. Sul Web, naturalmente. Si tratta di un vero e proprio sistema editoriale. Avete mai sentito parlare di Wordpress? Ecco, Wordpress è un CMS. E’ potente ed è popolare. Ma soprattutto è gratuito. Nato come una soluzione per creare blog, nel corso degli anni è diventato un prodotto sofisticato e al contempo flessibile. Ma Wordpress non è l’unica soluzione disponibile. Io, ad esempio, uso Drupal poiché è molto versatile e mi permette di creare siti di qualsiasi tipologia: semplici siti web, blog, siti e-commerce, forum, grandi portali. Ma oltre a Wordpress e Drupal la mia attenzione ricade anche su Joomla e PrestaShop.

Wordpress

Wordpress è un CMS molto versatile. Con i suoi numerosi plugin permette di essere interamente personalizzato. E’ possibile creare blog e siti web, anche complessi. La configurazione del sistema richiede qualche livello di esperienza in più. Tuttavia sono disponibili esempi e guide step-by-step per una migliore configurazione.

Joomla

Joomla è nato per gestire siti di qualsiasi tipologia ed è un’ottima alternativa a Wordpress. E’ semplice da usare e molto potente, versatile e personalizzabile.

Drupal

Io credo che Drupal sia il migliore CMS attualmente disponibile. E’ un prodotto molto sofisticato e, per questo, per chi si avvia per la prima volta in questo settore può apparire complesso. E’ usato per creare semplici siti o grandi social network. E' utilizzato prevalentemente nelle grandi realtà aziendali e nella Pubblica Amministrazione di tutto il mondo.

PrestaShop

Chi ha in mente di creare un e-commerce può puntare anche su PrestaShop, un software open source molto potente in tale ambito. Una ricca community fornisce supporto e produce moduli aggiuntivi. Personalizzabile al 100%.

Attivare uno spazio hosting

Per rendere operativo il sito web è necessario installare, configurare e personalizzare il CMS su un server. Attivate, quindi, un servizio di hosting ossia uno spazio in grado di ospitare il vostro sito. Lo spazio deve essere acquistato da un provider che, con poche decine di euro, ve ne garantisce la disponibilità per un anno. I prezzi, comunque, variano in base alla qualità, alla tipologia, alle dimensioni, alla potenza di calcolo, alla disponibilità di banda e al supporto tecnico. In base alle mie esperienze possono consigliarvi i seguenti sevizi gratuiti o a pagamento:

Ottenuto lo spazio sarà sufficiente installare il CMS e cominciare ad utilizzarlo. L’installazione è abbastanza semplice: in pratica dovrete caricare i file che compongono il vostro CMS sullo spazio web che vi è stato fornito. Per svolgere questa semplice procedura io utilizzo Filezilla, un client FTP che mi permette di trasferire i file con la massima sicurezza.

Siti web di piccole dimensioni

Chi non vuole stare dietro ai CMS e vuole avere un piccolo sito web composto da 5 o 10 pagine può scegliere di utilizzare i più comuni linguaggi di programmazione. Mi riferisco ad HTML e PHP. In questo modo non si ha necessità di un grande spazio web, non si è assoggettati alla rigidità dei CMS e pertanto è possibile personalizzare le pagine fin nei minimi dettagli. Oggi, tuttavia, non è necessario scrivere interamente il codice di tutte le pagine web poiché si possono utilizzare software e piattaforme che semplificano il lavoro del programmatore. Sul Web esistono framework e risorse gratuite per costruire le proprie pagine. Fra questi segnalo Bootstrap e Foundation.

Bootstrap

Bootstrap è un framework per siti in HTML, CSS e JavaScript. E’ semplice e intuitivo, permette di posizionare gli elementi all’interno di una pagina e inserire effetti JavaScript. Sono numerosi gli esempi pronti all’uso (da copiare e incollare nelle pagine del sito) e i template (sia a pagamento che gratuiti).

Foundation

Foundation è un framework ottimizzato per tablet e celluari. Offre un'ampia gamma di menu, slider per immagini e wizard. Anche qui sono numerosi gli esempi pronti all’uso.

Aumentare i visitatori del sito web

Adesso rispondete alla seguente domanda: perché i navigatori dovrebbero venire a leggere proprio il vostro sito? In rete esistono tantissimi siti simili per contenuti. Alcuni di essi sembrano abbracciare un mercato piuttosto ampio; altri, invece, si concentrano sulla specifica nicchia di mercato. Affinché un navigatore visiti il vostro sito e non quello di un vostro competitor è necessario che siate disposti a offrire un servizio di eccellenza, migliore rispetto agli altri. L'importante è che il vostro sia un sito in cui la gente riesca a risolvere i propri problemi o a soddisfare i propri bisogni.
Dal momento in cui il visitatore approda sulle vostre pagine avete pochi secondi di tempo per catturare la sua attenzione, per attirare il suo interesse e per convincerlo a leggere i vostri contenuti. Più sarete in grado di attirare l'attenzione dei vostri visitatori, più alta sarà la probabilità che questi acquistino i vostri prodotti. Per attirare il maggior numero di visitatori al vostro sito web, la soluzione migliore è sicuramente il Seo copywriting. Si tratta di una tecnica di scrittura in grado di attirare sia l'attenzione dei motori di ricerca, sia l'interesse dei visitatori.

Articoli correlati

Tags: 

Aggiungi un commento