Come è cambiato il mondo del lavoro negli anni

Lavoro
Lavoro

Come è cambiato il mondo del lavoro negli anni? E come trovare lavoro oggi? Sono queste solo una piccola parte delle domande che tutti i giovani che sono alla ricerca di una prima o di una nuova occupazione si pongono quotidianamente. Cerchiamo di saperne di più tra curiosità e statistiche.

Come sono cambiati gli stipendi

Dagli anni ’70 dello scorso secolo ad oggi gli stipendi sono cambiati, ma non nella direzione che si può presumere. Stando alle statistiche formulate dal Pew Research Center, ad esempio, negli ultimi dieci anni – complice la lunga crisi economica – il potere d’acquisto è calato di oltre il 5%.

Come è cambiato l’abbigliamento

Ad esser cambiato in misura vistosa è l’abbigliamento. Oggi il dress code è sicuramente meno rigido di qualche decennio fa, divenendo meno formale e più casual. I jeans spesso la fanno da padrona e anche nei luoghi di lavoro apparentemente più classici (come in banca) l’abbigliamento ultra-sobrio è stato abbattuto.

Come è cambiata la tecnologia

La tecnologia è probabilmente stata uno dei fattori maggiormente impattanti sull’evoluzione del mondo del lavoro. Le innovazioni tecnologiche oggi a nostra disposizione non erano nemmeno immaginabili fino a pochi decenni fa e la rivoluzione digitale è lontana dall’esser terminata. Dal cellulare al wi-fi, dai tablet alla biometria, l’elenco delle innovazioni che hanno cambiato profondamente (e continueranno a cambiare) il nostro approccio con il lavoro è straordinariamente lungo.

Come è cambiato il mondo dei contratti

Uno dei principali cambiamenti avvenuti (e, in parte, in atto) nel mondo del lavoro è sicuramente legato ai contratti. Oggi il quadro normativo è ben differente da quello di qualche decennio fa e la parola chiave della flessibilità sembra essere un mantra di piccole, medie e grandi aziende. Contemporaneamente, sono sorte numerose nuove figure professionali (sul web o meno) ed è stato alimentato altresì un abbattimento dei confini tra tempo libero, da dedicare a se stessi o alla propria famiglia, e tempo da dedicare al lavoro: un'integrazione che non sempre, tuttavia, rende agevole trovare il giusto equilibrio tra la qualità della vita e il mantenimento di un posto di lavoro.

Come cambierà (ancora) il mondo del lavoro

Stabilito quanto precede, risulta intuibile cercare di comprendere che cosa accadrà nel corso del prossimo futuro. Per saperne di più ci si può riferire alla recente analisi compiuta da Forbes per i dieci anni che si stanno profilando di fronte a noi e che vedranno l'insorgenza di tre diversi mondi del lavoro.
Forbes annuncia infatti un mondo arancio, legato di piccole imprese e spin-off, di piccole dimensioni, con focus sull'integrazione in reti e sulla specializzazione, di fianco a un mondo verde, il cui focus sarà invece sulla sostenibilità e sui cambiamenti demografici e climatici, e infine un mondo blu, in cui le protagoniste rimarranno ancora una volta le multinazionali, in equilibrio tra una sfrenata ricerca del profitto e la necessità di stare sempre più attente alla responsabilità sociale.

Articoli correlati

Tags: 

Aggiungi un commento