Aprire un'attività di bed & breakfast

Bed & breakfast
Bed & breakfast

Negli ultimi mesi ho tenuto numerosi convegni e corsi di formazione su come aprire un'attività di bed & breakfast. I partecipanti erano tantissimi: non soltanto giovani che volevano avvicinarsi a questo nuovo business ma anche professionisti, come ragionieri e commercialisti, che volevano comprendere meglio l'aspetto fiscale e tributario dei B&B. Devo dire che in questo settore ci si scontra con tanta confusione. Sono tante le finte verità che circolano nell'ambiente. In rete, poi, trovo scritte bufale pazzesche. Con questo articolo vorrei riepilogare brevemente quali sono i passi fondamentali per aprire un'attività di bed & breakfast rinviandovi alla lettura del mio libro, giunto alla sua seconda edizione, dal titolo Bed & breakfast e affittacamere, edito da Maggioli Editore.

Negli ultimi anni i bed & breakfast hanno ricevuto l'interesse e l'attenzione da parte di numerose persone che, avendo a disposizione una porzione della propria abitazione, hanno pensato di metterla a reddito destinandola ad attività ricettiva (si legga l'articolo Aprire un b&b e aumentare il proprio reddito). In tale ambito la crisi ha rivestito un ruolo determinante nella crescita dei bed and breakfast: da una parte, chi avvia l'attività lo fa prevalentemente per cogliere nuove opportunità di business e di guadagno; dall'altra, il turista che sceglie di pernottare in un B&B lo fa prevalentemente per il clima di accoglienza e di ospitalità ma anche per approfittare di prezzi non troppo alti.

Per quanto semplice possa essere aprire un B&B, il soggetto che sceglie di dedicare il proprio tempo a questa interessante forma di business deve necessariamente entrare in possesso di una serie di competenze. Innanzitutto la normativa di riferimento, specifica per la regione in cui si avvia l'attività. Quindi gli aspetti amministrativi, contabili, fiscali. Infine, una buona dose di attitudine imprenditoriale non deve mancare.

Perché avviare un bed & breakfast non è soltanto arredare due o tre camere della propria abitazione, infiocchettarle per benino, inserire una decina di annunci su siti come Airbnb & co. No, non è proprio così. Anzi, se mi permettete, questo è il metodo più dannoso per avviare un B&B. Innanzitutto perché si approfitta della buona fede degli turisti. E poi perché si danneggiano le altre strutture ricettive che operano nel settore con competenza e legalità. Eppure sono tanti gli improvvisati che credono che avviare un bed & breakfast sia facile come accendere un fiammifero.

Ma quali sono, quindi, i passi principali per avviare un B&B? Innanzitutto la presentazione della SCIA allo Sportello Unico delle Attività Produttive del Comune in cui si avvia la struttura. Le diverse leggi regionali stabiliscono limiti e condizioni necessarie affinché il bed & breakfast sia in regola. Ma non solo: stabiliscono anche il numero massimo delle camere e dei posti letto, la grandezza delle camere, il tipo di arredamento, le norme di sicurezza degli impianti. Tutte le regole, i limiti e le condizioni nonché gli aspetti normativi nazionali e regionali, civilistici e fiscali sono contenuti nel mio libro, a cui vi rimando per opportuna conoscenza, intitolato Bed & breakfast e affittacamere. Interessanti anche gli aspetti gestionali – con riferimento al business plan, al break-even point, all'analisi SWOT e a tanto altro – trattati nella seconda parte dell'opera.

Articoli correlati

Tags: 

Commenti

Tutti aprono un B&B. Ultimamente gira la notizia che in Francia ne hanno aperto uno in una grotta. Vorrei vedere quanti di questi sono autorizzati e fanno le cose in regola

Qui in Toscana c'è un emendamento che consente ai B&B di somministrare alimenti ai clienti alloggiati.

Anche a me piacerebbe lavorare nell'ospitalità ma non ho una casa mia da potere dedicare a bed e breakfast.Così ho deciso di occuparmi delle case degli altri su Airbnb

Aggiungi un commento