Come diventare imprenditore partendo da zero

Diventare imprenditore
Diventare imprenditore

Il sogno di diventare imprenditore è comune a numerosi giovani che, come te, attendono il momento opportuno per fare il grande salto. È una scelta che ti cambia la vita e che ti può anche scoraggiare. Soprattutto se parti da zero e se non hai grossi capitali. La prima cosa di cui hai bisogno è una guida: uno strumento che ti sappia indirizzare su quale sarà il percorso migliore, che ti suggerisca le operazioni da compiere e le attività da seguire; che ti diriga lungo tutto il processo di costituzione e avvio di un'impresa. Se vuoi sapere come diventare imprenditore partendo da zero sono pronto a darti tutti i suggerimenti del caso.

SULLO STESSO ARGOMENTO
10 idee per ripartire 10 idee per ripartire
Fisco e Tasse - Maggioli Editore, 2020
€ 16,54
Guida all'avvio di un'impresa Guida all'avvio di un'impresa
Fisco e Tasse - Maggioli Editore, 2020
€ 15,50

La scelta di diventare imprenditore

Avviare e gestire un'impresa richiede motivazione, desiderio e talento. Si tratta di caratteristiche che indubbiamente hai già ma che devi coltivare affinché si sviluppino e crescano insieme alla tua passione. Ma fai attenzione perché tutto ciò non è sufficiente affinché la tua impresa raggiunga il successo. Ci vuole anche anche ricerca e pianificazione.
È un po' come in una partita a scacchi: il successo delle piccole imprese inizia con mosse decisive e corrette.
Certamente gli errori sono sempre dietro l'angolo, soprattutto durante la fase di avvio. Per fortuna non tutti gli errori sono fatali ma tutti gli errori rallentano la tua corsa alla scalata del successo. Dovrai impiegare abilità, disciplina e un duro lavoro per riguadagnare il vantaggio. Quindi, meglio programmare tutto con attenzione affinché gli errori si riducano al minimo.

Il successo delle piccole imprese inizia con mosse decisive e corrette.

Definisci gli obiettivi

Per aumentare le tue possibilità di successo dedica il tempo necessario a esplorare e valutare i tuoi obiettivi personali e aziendali. Quindi utilizza queste informazioni per costruire un business plan completo e ben congegnato che ti aiuterà a raggiungere questi obiettivi.
Il processo di sviluppo di un business plan ti aiuterà a riflettere su alcune questioni importanti che potresti non ancora avere considerato e diventerà uno strumento prezioso quando dovrai procurare i finanziamenti per la tua attività.
Sai cos'è un business plan?
È uno strumento che ti consentirà di pianificare la tua attività d'impresa e individuare tutte le opportunità e i rischi insiti nell'attività imprenditoriale; ti aiuterà, inoltre, a concentrarti sui tuoi punti di forza e di debolezza.
Se non hai mai scritto un business plan, puoi leggere questi 13 consigli per fare un business plan di successo.

Individua i motivi

Prima di essere sicuro di voler avviare l'attività, elenca i motivi per cui vuoi diventare imprenditore. Alcuni dei motivi più plausibili sono:

  • vuoi essere capo di te stesso;
  • vuoi raggiungere l'indipendenza finanziaria;
  • vuoi avere libertà creativa;
  • vuoi utilizzare le tue capacità e conoscenze.

In seguito dovrai capire quale attività è giusta per te. Quindi prova a rispondere a queste domande:

  • Cosa ti piace fare del tuo tempo?
  • Quali capacità tecniche hai acquisito o sviluppato?
  • In quali attività ritieni di essere maggiormente portato?
  • Quanto tempo hai per dedicarti ad un'attività di successo?
  • Hai un hobby o qualche interesse che può facilmente diventare business?

Chiarito ogni aspetto e risposto con sincerità a tutte le domande potrai individuare la nicchia della tua attività ossia il settore in cui opererà la tua impresa. Conduci le ricerche necessarie per rispondere a queste domande:

  • La tua idea quali bisogni andrà a soddisfare?
  • Conosci la tua concorrenza?
  • Perché la tua idea è migliore rispetto a quella della concorrenza?
  • Riusciresti a fornire un servizio di qualità superiore?
  • Sei in grado di creare la domanda per la tua attività?

Sei quasi al termine della tua analisi preliminare. Ma prima dovrai ancora rispondere a queste domande:

  • Quale attività ti interessa avviare?
  • Quali servizi o prodotti venderai?
  • Come ti procurerai la materia prima?
  • Quali capacità ed esperienze apporti al business?
  • Quale sarà la struttura della tua impresa?
  • Che nome darai alla tua impresa?
  • Di quali attrezzature o forniture avrai bisogno?
  • Come verranno conservati i documenti della tua azienda?
  • Hai bisogno di copertura assicurativa?
  • Hai quantificato correttamente il fabbisogno finanziario?
  • Come ti procurerai i capitali necessari?
  • Quali sono le tue risorse?
  • Quanto pensi di guadagnare dall'attività d'impresa?

Se non sai rispondere a una o più di queste domande è perché non sei ancora pronto per avviare la tua impresa. Fai attenzione perché se lo fai potresti seriamente correre il rischio di perdere il tuo capitale. Prenditi il tempo necessario; rifletti; metti in discussione tutto.

Scegli il tipo di impresa

Quando si avvia una nuova attività, una delle decisioni più importanti da prendere è la scelta della struttura dell'azienda. I fattori che possono influenzare le tue decisioni sulla scelta del tipo di impresa da avviare sono i seguenti:

  • restrizioni legali;
  • tipologie di operazioni commerciali;
  • distribuzione degli utili;
  • presenza di eventuali soci;
  • vantaggi o svantaggi fiscali.

Prima di stabilire che tipo di impresa avviare dovresti concentrarti su quello che andrò a dirti.

Impresa individuale

Dal momento che stai pensando di diventare imprenditore è probabile che la tua scelta sul tipo di impresa ricada sulla forma dell'impresa individuale. È questo il modo più semplice e meno costoso per avviare un'impresa. La ditta individuale si apre facilmente, presenta costi di avvio e di gestione meno elevati rispetto alle altre forme. Ma la cosa più importante dell'impresa individuale è l'assoluta autonomia su tutte le decisioni aziendali.
Vantaggi:

  • avvio semplificato;
  • libertà di azione;
  • autonomia gestionale.

Svantaggi:

  • crescita limitata;
  • attività familiari e personali facilmente confuse con gli affari.

Società di persone

Se vuoi avviare l'attività insieme ad altre persone, la scelta deve necessariamente ricadere sulla forma di società. I due tipi più comuni di società di persone sono la società in nome collettivo e la società in accomandita semplice. In questi casi, il controllo dell'attività è condiviso con i partner con i quali hai deciso di iniziare questa avventura.
Vantaggi:

  • possibilità di confrontarsi con un partner nelle scelte strategiche;
  • maggiori possibilità di apporto di capitali.

Svantaggi:

  • difficoltà a sciogliere la partnership;
  • nessuna chiara linea di autorità.

Società di capitali

Nelle società di capitali la struttura aziendale è solitamente più complessa rispetto alle società di persone. Il controllo dipende dalla proprietà delle azioni o delle quote: chi ha una maggiore partecipazione controlla la società.
Il controllo è esercitato attraverso riunioni periodiche del consiglio di amministrazione e assemblee degli azionisti. La responsabilità è generalmente limitata alle quote o alle azioni.
Vantaggi

  • responsabilità limitata;
  • facilità nella raccolta di capitali.

Svantaggi:

  • tassazione generalmente più alta;
  • maggiori costi di avvio.

Trova i partner giusti

I partner giusti ti aiuteranno a sviluppare con maggior serenità la tua impresa. Quando parlo di partner mi riferisco a tutte quelle persone o imprese che potrebbero collaborare con te per un fine comune. Prendi, ad esempio, un fornitore. Meglio sceglierne uno che ti garantisca la consegna puntuale della materia prima, che ti offra esclusivamente prodotti di qualità e magari che ti agevoli nei pagamenti.
Hai pensato quanto possa contribuire alla crescita della tua attività e quali vantaggi possa offrire alla tua azienda il programma Amazon Business?

Pianifica l'attività da svolgere

Fra le ultime considerazioni che dovrai fare prima di diventare imprenditore vi rientra la pianificazione delle attività che dovrai svolgere. In particolare valuta le procedure di selezione e assunzione del personale, eventuali assicurazioni, i contratti di locazione e tutte le questioni pertinenti alla tua attività.
Cerca di avere ben chiare le idee sull'attrezzatura necessaria per produrre i beni o i servizi oggetto della tua attività nonché sulle modalità di spedizione e consegna.
Mi rendo conto che tutto questo può essere particolarmente difficoltoso. Ma ti garantisco che, se non chiarisci adesso le tue idee, incontrerai le medesime difficoltà quando la tua impresa è già avviata. E in quel caso sei proprio in un bel casino. Perché a quel punto, quelle difficoltà dovrai necessariamente affrontarle. Ma potresti sempre decidere di mollare tutto e rinunciare al tuo sogno di diventare imprenditore.
Hai bisogno di concentrarti sul tuo business per partire alla grande. Comincia leggendo la mia guida all'avvio di un'impresa e sarai accompagnato in quel complesso processo che conduce all'avvio di un'attività.

ARTICOLI CORRELATI

Argomenti: 

Aggiungi un commento