7 regole per la pensione anticipata 2022

Pensione anticipata
Pensione anticipata

In tema di pensioni, il 2022 offrirà la possibilità di accedere anticipatamente alla pensione approfittando della cosiddetta quota 102. Che significa lasciare il lavoro con almeno 64 anni di età e 38 anni di anzianità contributiva. Ma le regole da rispettare per andare in pensione anticipata con quota 102 sono anche altre. Ecco riepilogate le 7 regole per andare in pensione anticipata nel 2022 con quota 102.

1 – Età e anzianità per andare in pensione

L’accesso alla pensione è consentito con almeno 64 anni di età e 38 anni di anzianità contributiva.

2 – Finestra trimestrale e semestrale

Per accedere alla pensione è necessario attendere l’apertura della finestra pari a tre mesi per il settore privato e sei mesi per il settore pubblico.

3 – Validità del diritto alla pensione

Il diritto alla pensione conseguito entro il 2022 potrà essere fatto valere anche in epoca successiva.

4 – Pensione e regime di cumulo

L’accesso alla pensione potrà avvenire anche in regime di cumulo, utilizzando le contribuzioni accreditate:

  • nell’assicurazione generale obbligatoria;
  • nelle forme esclusive (come quella dei dipendenti pubblici) e sostitutive (gestite dall’Inps);
  • nella gestione separata Inps.

Non potranno essere utilizzate le contribuzioni accreditate presso le Casse dei liberi professionisti.

I richiedenti non dovranno essere già titolari di pensione a carico di una delle predette gestioni.

5 – Pensione e redditi di lavoro

La pensione quota 102 non è cumulabile con altri redditi derivanti da lavoro dipendente o autonomo a eccezione dei redditi prodotti da attività autonoma occasionale purché nel limite di 5mila euro lordi annui.

L’incumulabilità verrà meno dalla data di raggiungimento dei requisiti richiesti per l’accesso alla pensione di vecchiaia (che, fino al 31 dicembre 2024, sarà di 67 anni).

6 – Pensione personale scuola

Per il personale del comparto scuola, le eventuali domande di cessazione del servizio, da parte dei soggetti interessati ad accedere a quota 102, dovranno essere presentate entro il 28 febbraio 2022.

7 – Pensione, TFR e TFS

Ai dipendenti pubblici è data la facoltà di richiedere l’anticipo del trattamento di fine servizio (TFS) o di fine rapporto (TFR) nell’ambito dell’accordo quadro stipulato tra Abi e ministeri competenti, a condizioni economiche agevolate, al pari di quanto previsto per quota 100.

ARTICOLI CORRELATI

Argomenti: 

Aggiungi un commento