Assunzioni in calo nel 2016 ma volano i voucher

Assunzioni
Assunzioni

Secondo gli ultimi dati Inps, nel 2015 si è registrato un boom dei contratti a tempo indeterminato. Il primo mese del 2016, però, ha registrato rallentamenti. Probabilmente a causa del taglio delle agevolazioni previste dalla Legge di Stabilità 2016. Di contro però volano i voucher, lo strumento utilizzato per la remunerazione del lavoro accessorio: nel solo mese di gennaio 2016 ne sono stati venduti 9,2 milioni.

Assunzioni in crescita nel 2015: i numeri

Partiamo subito con un elenco di numeri forniti dall'Inps:

  • 5.527.000 assunzioni nel 2015, con un incremento di 655.000 unità rispetto al 2014 (+13%);
  • assunzioni a tempo indeterminato passate da 1.274.000 nel 2014 a 1.934.000 nel 2015, con un incremento di 660.000 unità (+52%);
  • trasformazioni a tempo indeterminato di rapporti a termine e dei contratti di apprendistato passate da 401.000 nel 2014 a 654.000 nel 2015 (+63%);
  • contratti a tempo indeterminato cresciuti di 913.000 unità nel 2015 rispetto al 2014 (+54%).

Stop alle agevolazioni per assunzioni nel 2016

Quelli sopra riportati sono i dati provenienti dall'Osservatorio sul precariato dell'Inps. A spingere gli ottimi risultati è stato senza dubbio l'esonero contributivo triennale introdotto dalla Legge di Stabilità 2015. Prova ne è che su 2,5 milioni di attivazioni di posizioni di lavoro a tempo indeterminato, oltre 1,5 milioni, pari al 62% del totale, risultano beneficiarie dell’esonero contributivo triennale.
Ma la Legge di Stabilità per il 2016 ha messo un freno a questa crescita. Il comma 178 dell'unico articolo della Legge n. 208 del 28/12/2015 ha, infatti, ridotto da 8.060 euro a 3.250 euro lo sgravio contributivo annuo dei datori di lavoro che assumono, a partire dal 1° gennaio 2016, con contratto di lavoro a tempo indeterminato. Lo sgravio consiste nel mancato versamento del 40% dei complessivi contributi previdenziali a carico del datore di lavoro entro un periodo di 24 mesi (e non 36 come previsto fino al 31/12/2015).
Il taglio alla decontribuzione ha comportato un crollo delle assunzioni nel 2016: a gennaio le assunzioni sono risultate 407.000, con un calo di 120.000 unità (-23%) sul gennaio 2015 e 94.000 unità (-18%) sul gennaio 2014.

Voucher

Ottime le performance dei buoni lavoro: nel mese di gennaio 2016 risultano venduti 9,2 milioni di voucher destinati al pagamento delle prestazioni di lavoro accessorio, del valore nominale di 10 euro, con un incremento medio nazionale, rispetto al gennaio 2015 pari al 36%.

Tags: 

Aggiungi un commento