Come scrivere un business plan vincente

Business plan
Business plan

Il business plan è un processo di gestione fondamentale in ogni impresa in quanto utile a fornire una guida strategica, valutare i punti di forza e debolezza, individuare le strategie alternative praticabili, stabilire un benckmark sulla base del quale valutare le decisioni e i risultati aziendali futuri, fornire informazioni di base per costruire la struttura finanziaria di operazioni di acquisizione, reperire finanziamenti sotto forma di credito o di capitale di rischio, promuovere i rapporti con possibili partner in join venture con i più importanti clienti, fornitori e distributori. Con questo articolo ti dirò come fare un business plan. Ti darò consigli e suggerimenti e ti fornirò gli strumenti necessari per scrivere un business plan vincente per la tua azienda.

Quando realizzare un business plan

Il business plan deve essere realizzato in ogni fase della vita aziendale: avvio, sviluppo e maturità. Questo perché il passaggio ad una nuova fase rappresenta un importante momento della vita aziendale poiché possono variare i ricavi, il numero di dipendenti o le mansioni e i compiti di gestione. Questi passaggi impongono la necessità di aggiornare il business plan, rendendolo in questo modo un documento dinamico.

Prima di iniziare a scrivere un business plan

Affinché un business plan sia vincente, ti consiglio di partire da un modello di business plan già compilato e adattarlo tenendo conto dei suggerimenti che ti darò in questo articolo. Il modello di business plan che andrai a scaricare contiene già tutte le informazioni, i calcoli, le tabelle, le analisi di mercato, i suggerimenti e i consigli necessari a ottenere un buon prodotto finale.

Se, ad esempio, hai un ristorante, troverai particolarmente comodo utilizzare il business plan ristorante: 270mila euro di ricavi; 35mila euro di utile; break-even a 17 settimane. E ricevi pure un finanziamento da 50mila euro.

Si tratta, in sintesi, di un business plan in Excel, che dovrai personalizzare e utilizzare per la tua azienda. Contiene tutte le tabelle relative all'analisi di mercato, all'analisi SWOT, alle strategie di sviluppo e di marketing, allo stato patrimoniale e al conto economico.

Sezioni di un business plan

Creare un business plan è una tappa obbligata se vuoi creare un'impresa vincente. Non esiste un modello univoco per tutte le imprese, pertanto sentiti libero di inserire tutte le informazioni che ritieni utili. È bene che tu sappia, però, che un buon business plan deve comprendere almeno i seguenti argomenti:

  • Introduzione o Executive Summary;
  • Descrizione della società;
  • Descrizione dei prodotti;
  • Analisi del settore;
  • Analisi di mercato;
  • Strategia di marketing
  • Struttura del management;
  • Piano di realizzazione;
  • Capitali necessari;
  • Informazioni finanziarie.

L’importanza dell’Executive Summary

L’Executive Summary è di fondamentale importanza in quanto è il primo elemento ad essere esaminato dagli investitori e che, solitamente, fa maturare la decisione se continuare o meno la lettura del business plan. Il mio consiglio è quello di scrivere questa parte per ultimo. Dopo aver completato il business plan rileggilo e compila l’Executive Summary. Ricordati che deve contenere gli elementi più rilevanti del piano e deve spiegare in poche pagine quali sono i motivi che lo rendono unico. In tale ambito, il modello di business plan in Excel che hai scaricato ti semplificherà notevolmente il lavoro.

Chiarezza e trasparenza

Il piano deve indicare con chiarezza i prodotti da sviluppare e i mercati cui l’azienda si rivolge. Se la tua azienda proviene da un periodo poco dinamico, cerca di essere trasparente, indica tale esperienza negativa fornendo comunque una accurata analisi del trend. Spiega con chiarezza cosa è cambiato in azienda e il motivo per il quale i cambiamenti apportati aggiungerebbero valore all’azienda.

Cosa non scrivere nel business plan

Gli slogan sono messi al bando: no alle frasi del tipo “siamo bravissimi, ve lo dimostreremo tra qualche anno, fidatevi di noi”. Il tuo business deve essere il migliore sul mercato e devi essere in grado di spiegarne il motivo.

Un piano superiore alle 50 pagine comincia a non assomigliare più ad un business plan ma ad un trattato di economia. Non sei uno scrittore; sei un imprenditore. Un business plan, per essere ritenuto valido, deve avere una lunghezza compresa tra le 30 e le 50 pagine.

Devi essere professionale. Sempre. I calcoli vanno sempre controllati e la somma deve sempre corrispondere. Sai quanti business plan ho visto con somme sbagliate? Organizza il testo in paragrafi facendo un moderato uso del grassetto. Attenzione agli errori ortografici, grammaticali e di punteggiatura.

Niente effetti speciali o messaggi troppo appariscenti. Sì a immagini e fotografie ma solo se di ottima qualità.

Cita sempre la fonte dei tuoi dati. In questo modo darai maggiore credibilità alle previsioni.

Assolutamente da evitare espressioni ambigue: può darsi, probabilmente, forse. Utilizza un tono professionale, deciso e sicuro.

Modelli di business plan già pronti per l'uso

Scrivere un business plan è un lavoro impegnativo. Non credere si possa completare in un paio di ore: sono necessari giorni, settimane. A volte anche mesi. Parti, quindi, da un modello di business plan già compilato e modifica i dati che riguardano la tua società e la tua idea imprenditoriale. In questo modo sarà facilissimo avere un business plan completo di ogni sezione.

Ho preparato per te diversi modelli di business plan da scaricare. Attualmente i modelli disponibili non sono tanti. Ma col tempo aumenteranno.

ARTICOLI CORRELATI

Argomenti: 

Aggiungi un commento