Cosa occorre sapere per aprire un bed and breakfast

Aprire un bed and breakfast
Aprire un bed and breakfast

La recente crisi economica ha agevolato lo sviluppo dei bed and breakfast. Il b&b è, infatti, diventato una valida alternativa agli alberghi. I proprietari di abitazioni spaziose hanno destinato una o più stanze ai turisti riuscendo, in questo modo, ad arrotondare lo stipendio e, in molti casi, a trasformare l'attività in una vera e propria impresa. Questa premessa ci porta a fare la prima considerazione: l'attività di bed and breakfast può essere esercitata in via del tutto occasionale oppure in una vera e propria forma imprenditoriale. La scelta delle due modalità è di fondamentale importanza poichè da ciò si sviluppano importanti riflessi fiscali, civilistici e contabili.

Per chiarire il concetto di non imprenditorialità occorre soffermarsi sull'articolo 55 del TUIR che prevede che l'esercizio di una attività possa essere definito non imprenditoriale quando è svolto senza il requisito della abitualità. Questo vuol dire che l'attività di bed and breakfast esercitata saltuariamente ne consente, in via generale, l'esclusione dal campo di applicazione dell'Iva. E' questo un aspetto di particolare importanza per la dichiarazione dei redditi dei bed and breakfast.

Al momento l'Agenzia delle Entrate non ha chiarito quali sono i limiti temporali entro i quali un'attività può essere definita occasionale. Tuttavia potremmo riferirci ad alcuni elementi che hanno indotto l'Agenzia a considerare l'attività come svolta con le caratteristiche di esercizio d'impresa:

  • elevato passaggio di ospiti;
  • presenza di uno o più collaboratori;
  • locali adibiti esclusivamente o prevalentemente a ricevere ospiti;
  • offerta di servizi aggiuntivi oltre a quelli di letto e prima colazione;
  • pubblicità periodica su riviste o siti internet;
  • partecipazione a fiere;
  • assenza di altra attività prevalente;
  • presenza di dispositivi POS.

Pertanto, qualora l'attività di bed and breakfast è esercitata con carattere di abitualità i redditi percepiti si configurano come redditi d'impresa. Diversamente saranno redditi diversi.

Il carattere saltuario dell'attività consente l'esclusione dal campo di applicazione dell'Iva, non è richiesta l'apertura della Partita Iva né l'emissione di fatture. E' sufficiente rilasciare una ricevuta numerata progressivamente e datata con indicato il nome dell'ospite. I redditi da bed and breakfast sono determinati come differenza tra i ricavi e le spese sostenute specificamente per l'attività. La tassazione avviene secondo il principio di cassa.

L'attività esercitata abitualmente rientra, pertanto, nel regime di imponibilità dell'Iva. E' obbligatorio emettere la fattura con Iva al 10%, iscriversi al Registro delle Imprese e all'Inps e tenere i registri obbligatori. La determinazione del reddito avviene secondo le regole per le attività imprenditoriali e in base al regime fiscale adottato.

Per ogni ulteriori informazione su come avviare e portare al successo un bed and breakfast rimando alla lettura del mio libro dal titolo Bed & breakfast. Aspetti civilistici, fiscali e gestionali. Il libro affronta ogni aspetto relativo ai bed and breakfast compresa la tassazione, le agevolazioni, gli adempimenti fiscali. Interessante anche la sezione dedicata alla realizzazione di un business plan.

Articoli correlati

Tags: 

Aggiungi un commento