Come avviare una società con l’anticipo NASpI

NASpI e avvio impresa
NASpI e avvio impresa

È una delle migliori opportunità del momento poiché consente di avere a disposizione un piccolo capitale da potere investire per avviare una società. Sto parlando dell’anticipo NASpI, un’occasione spesso sottovalutata da chi ha perso il lavoro che vede nell’indennità mensile l’unica forma di sostentamento. Eppure l’anticipo NASpI non dovrebbe essere sottovalutato. Ti spiego come puoi avviare un’attività con l’aiuto della NASpI.

La NASpI è l’indennità di disoccupazione che ti spetta quando perdi il lavoro. È generalmente erogata mensilmente ma, se hai in mente di avviare una società nel 2021, potrai richiedere la liquidazione anticipata e in soluzione unica di tutto l’importo che ti spetta. Quindi valuta bene questa opportunità che ti viene concessa per sfruttarla a tuo vantaggio. Le occasioni lavorative sono limitate al minimo e trovare un buon lavoro è veramente difficile.

A questo punto, se la tua decisione è quella di metterti in proprio devi presentare all’INPS la domanda di liquidazione anticipata NASpI. Puoi farlo in via telematica oppure tramite contact center. Ti può essere d’aiuto anche il mio ebook sulla NASpI che ti spiega passo-passo l’indennità e ti mostra come richiedere l’incentivo all’autoimprenditorialità.

Ricorda che alla domanda devi allegare la documentazione che attesti l’avviamento di una nuova attività. E quando parlo di nuova attività intendo che potrai anche avviare un’attività lavorativa autonoma (e, quindi, avviare un’attività in proprio), un’impresa individuale oppure sottoscrivere una quota di capitale sociale di una cooperativa nella quale il rapporto mutualistico abbia ad oggetto la prestazione di attività lavorative da parte del socio. Vale anche se vuoi avviare un business online o vuoi avviare un e-commerce.

Fai attenzione: NASpI e partita IVA rimangono comunque incompatibili. L’ anticipo NASpI, infatti, ti è riconosciuto solo se avvii un’attività d’impresa. In tutti gli altri casi, la NASpI è compatibile solo con lo svolgimento di un’impresa individuale dalla quale derivi un reddito che corrisponda ad un’imposta lorda pari o inferiore alle detrazioni spettanti.

Devi anche tenere conto che la NASpI anticipata 2021 non dà diritto alla contribuzione figurativa né all’assegno per il nucleo familiare mentre sulle somme erogate è applicata una trattenuta Irpef.

Decadi dal beneficio, con obbligo di restituzione della somma percepita, se prima della scadenza che avrebbe avuto la corresponsione mensile, inizi un rapporto di lavoro subordinato. Naturalmente ciò non avviene se sei assunto dalla cooperativa presso la quale hai sottoscritto quote di capitale sociale in quanto tale possibilità è chiaramente consentita dalla normativa.

Infatti, l’art. 8 del D.Lgs. 22/2015 prevede che il lavoratore avente diritto alla corresponsione della NASpI possa richiedere la liquidazione anticipata, in un’unica soluzione, dell’importo complessivo del trattamento che gli spetta e che non gli sia stato ancora erogato a titolo, tra gli altri, di sottoscrizione di una quota di capitale sociale di una cooperativa nella quale il rapporto mutualistico ha ad oggetto la prestazione di attività lavorative da parte del socio.

Avviare un’attività con la NASpI anticipata per partita IVA è particolarmente conveniente. Se ti occorrono le necessarie linee guida che ti seguiranno nel lungo processo di avvio dell’impresa puoi leggere la mia Guida all’avvio di un’impresa un ebook da tenere sempre sul tuo desktop che ti aiuterà a concepire l’idea imprenditoriale, a concretizzarla in un business plan, a svilupparla e a portarla al successo.

Articoli correlati

Argomenti: 

Aggiungi un commento