Come aprire una pizzeria da asporto

Aprire una pizzeria
Aprire una pizzeria

Con il termine pizzeria da asporto si intende l’attività di produzione e vendita della pizza. Chi esercita tale attività non può permettere il consumo della pizza sul posto né in aree adiacenti, aree attrezzate con tavoli, sedie, panche, divani, mensole o altri luoghi poiché, in tal caso, si avrebbe somministrazione di alimenti al pubblico e ciò richiede il rilascio di un’autorizzazione da parte del Comune. E’ permessa, invece, la vendita di alimenti confezionati e di bevande.

Per esercitare l’attività di pizzeria da asporto è necessario che i locali adibiti a produzione e vendita rispettino le norme in vigore in materia di urbanistica ed edilizia nonché si ottenga un’autorizzazione rilasciata dall’Unità Sanitaria Locale attestante la conformità igienico sanitaria dei locali.

Il titolare dell’azienda deve aver frequentato, per la vendita di prodotti alimentari, un corso professionale per il commercio alimentare, istituito e riconosciuto dalla Regione, deve avere esercitato in proprio per almeno due anni nell’ultimo quinquennio l’attività di vendita all’ingrosso o al dettaglio di prodotti alimentari o deve aver prestato nello stesso periodo la propria opera come addetto alla vendita o all’amministrazione o come coadiutore familiare iscritto all’Inps.

Deve, inoltre, possedere il diploma di scuola alberghiera o un titolo equivalente nonché deve aver superato un esame di idoneità all’esercizio dell’attività di somministrazione di alimenti e bevande davanti ad un’apposita commissione costituita presso la Camera di Commercio.

Uno dei documenti più importanti per l'avvio di un'attività d'impresa e, nello specifico, per aprire una pizzeria è indubbiamente il business plan. Con questo strumento vengono definite le attività, le strategie e le soluzioni per portare l'impresa al successo. Vi consiglio di dare uno sguardo a questo modello di business plan per ristoranti e pizzerie. Grazie alla pianificazione di una serie di attività avrete la certezza di possedere uno strumento vincente per la vostra attività. Per il primo anno, infatti, sono previsti 270.000 euro di ricavi, 35.000 euro di utile, break-even a 17 settimane.

Articoli correlati

Tags: 

Aggiungi un commento