Cessione d’azienda: normativa aggiornata 2016

Cessione d'azienda
Cessione d'azienda

La cessione d'azienda si manifesta quando un soggetto trasferisce ad un altro la propria azienda (ovvero un ramo di essa) in cambio di un corrispettivo in denaro. Qualora l'oggetto di corrispettivo fosse rappresentato da quote o azioni si darebbe vita ad un conferimento d' azienda. In realtà il tema legato alla cessione d'azienda è molto ampio ma cerchermo, con l'aiuto del codice civile, di evidenziare i principali elementi che regolano la materia.

L’attuale normativa, aggiornata al 2016, presta particolare attenzione alle vicende che comportano il trasferimento parziale o totale ovvero la cessione d'azienda. L’articolo 2558 del codice civile sancisce il trasferimento automatico all’acquirente dell’azienda nel caso di contratti in corso di esecuzione stipulati per l’esercizio dell’impresa che non abbiano carattere personale. Resta inteso che per contratti si intendono anche quelli stipulati per fini occupazionali. L’articolo 2112 del codice civile recita che in caso di trasferimento d’azienda il preesistente rapporto di lavoro continua con l’acquirente. Ciò vuol dire che l’operazione di trasferimento dell’azienda non costituisce motivo di licenziamento e che sia il venditore che l’acquirente sono obbligati in maniera solidale relativamente a tutti i crediti che i lavoratori hanno maturato fino al momento in cui si è verificato il trasferimento dell’azienda.

La successione all’acquirente dei debiti e dei crediti è regolata dagli articoli 2559 e 2560 del codice civile. In particolare le posizioni creditorie vengono acquistate senza che il debitore debba esserne informato mediante notifica. In caso di cessione di debiti inerenti all’esercizio dell’azienda ceduta l’alienante non viene liberato da quelli verificatisi anteriormente al trasferimento se non risulta che i creditori vi hanno consentito. Inoltre, nel caso di trasferimento di un’azienda commerciale, risponde dei debiti anche l’acquirente dell’azienda se essi risultano dai libri contabili obbligatori.

Se l’azienda è costituita in locali presi in affitto il conduttore può sublocare l’immobile o cedere il contratto di locazione anche senza il consenso del locatore come stabilito dalla Legge 392 del 27 luglio 1978 articolo 36. Resta inteso che a questi occorre darne comunicazione mediante lettera raccomandata con avviso di ricevimento. Il locatore può opporsi, per gravi motivi, entro trenta giorni dal ricevimento della comunicazione. Se il locatore non ha liberato il cedente, può agire contro il medesimo qualora il cessionario non adempia le obbligazioni assunte.

L’articolo 2557 del codice civile obbliga chi cede l’azienda ad astenersi, per un periodo di cinque anni dal trasferimento, dall’iniziare una nuova impresa che abbia un oggetto, un’ubicazione o si trovi nelle circostanze di sviare la clientela dell’azienda ceduta. Le parti, tuttavia, possono rinunciare all’applicazione del divieto di concorrenza oppure ampliarne il contesto fermo restando il principio che non è possibile impedire lo svolgimento di ogni attività professionale dell’alienante né è possibile prevedere una durata superiore ai cinque anni.

E' bene tenere conto che l'attuale realtà aziendale presenta una ampia casistica di trasferimenti o cessioni d'azienda o di rami aziendali. Giuseppe Paolone e Raffaele Marcello ne hanno analizzato gli aspetti giuridici e gli effetti contabili e fiscali con grande chiarezza. Anche perché, molte soluzioni si presentano di non facile soluzione per via delle differenti implicazioni giuridiche e fiscali che comportano.

L’atto di cessione è solitamente preceduto dalla stipula di un contratto preliminare di vendita. Dal punto di vista contabile il contratto preliminare è soggetto a registrazione di scritture in prima nota. I conti interessati sono quelli d’ordine e, nel caso sia prevista la corresponsione di una caparra o di un acconto, anche i relativi conti finanziari.

Scritture contabili del cedente dell'azienda

Rilevazione dell’impegno a vendere:

Impegno acquisto azienda 100.000
Azienda da trasferire 100.000

Ricezione della caparra:

Banca c/c 15.000
Caparre passive 15.000

Scritture contabili del cessionario dell'azienda

Rilevazione dell’impegno ad acquistare:

Azienda da acquisire 100.000
Impegno vendere azienda 100.000

Consegna della caparra:

Caparre attive 15.000
Banca c/c 15.000

Articoli correlati

Tags: 

Aggiungi un commento