Controllo di gestione: ridurre i costi con budget a base zero

Budget
Budget

In tempo di crisi ogni soluzione è buona per ridurre i costi. Ma occorre pensarci seriamente, prima ancora di cominciare il nuovo esercizio. Per questo motivo il management, in sede di rendicontazione del bilancio di previsione, elabora un piano di budget definito a base zero. Il budget a base zero è un metodo di gestione dei flussi in cui le previsioni di spesa non vengono influenzate dall'andamento dell'anno precedente.

Con il budget a base zero le imprese esaminano e giustificano tutte le spese, senza tenere conto dell'andamento dell'anno precedente, riflettendo su come ridurre la spesa tagliando le inefficienze e aumentare, al contempo, la produttività e la competitività sul mercato. L'obiettivo è univoco: ridurre le spese inutili mantenendo alto il valore dell'azienda.

Affinché sia possibile concepire un budget a base zero è necessario focalizzare l'attenzione sulle attività che necessariamente devono essere eseguite in quanto collegate agli obiettivi strategici aziendali. Quindi occorre individuare le soluzioni migliori e più economiche per svolgere le attività individuate ossia produzione in house, razionalizzazione, stardardizzazione, outsourcing (esternalizzazione del lavoro) o offshoring (delocalizzazione). Ad esempio una società può decidere di fornire in outsourcing i servizi IT e liberare risorse aziendali per concentrarsi sulle attività core.

A dire il vero non è facile costruire un budget a base zero sia dal punto di vista contabile (è necessario un importante sforzo intellettuale) sia dal punto di vista operativo (occorre essere consapevoli di dover fare numerosi sacrifici). Il manager, infatti, reinventa la gestione della propria attività, la costruisce da zero, individua le attività e recupera le risorse necessarie a mantenere l'impresa competitiva nel mercato attuale e in quello futuro.

I principali obiettivi del budget a base zero sono quelli di risparmiare denaro e migliorare i servizi. L'analisi interessa le principali voci di costo, comprese quelle per il personale dipendente. Questo, però, non si traduce necessariamente in licenziamenti a raffica. Quasi sempre, infatti, dialogando con il personale si possono trovare soluzioni alternative al licenziamento.

Uno degli aspetti negativi del budget a base zero è quello legato alla tempistica di realizzazione. Preparare un budget a base zero, infatti, richiede molto più tempo del necessario. Inoltre, se si adotta un criterio di tagli troppo radicale, magari esagerando con la riduzione della spesa, il budget a base zero può rivelarsi più dannoso che d'aiuto.

ARTICOLI CORRELATI

Argomenti: 

Aggiungi un commento