Ditta individuale, impresa familiare e coniugale: focus sul regime giuridico

Regime giuridico
Regime giuridico

Avete deciso di avviare un’attività commerciale, avete ben chiaro in mente il business, la mission e gli obiettivi, avete redatto un piano di vendita e di distribuzione del vostro prodotto. Siete già sulla buona strada per avviare la vostra impresa e ad un passo della compilazione del business plan. Se non fosse per la scelta del regime giuridico che alimenta forti dubbi e perplessità. Con questo articolo vorrei fare chiarezza sui più comuni regimi giuridici affinché il neo imprenditore possa fare la propria scelta con la dovuta serenità.

Ditta individuale

La ditta individuale è la forma giuridica più semplice. La sua costituzione non prevede alcuna formalità: nessun notaio né capitale sociale da versare. E’ sufficiente aprire la Partita Iva e iscriversi al Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio. La persona fisica dà il nome all’impresa e ne diventa proprietario esclusivo a cui fanno capo rischi, diritti e oneri. Questi assume responsabilità illimitata e garantisce ogni obbligazione con il proprio patrimonio presente e futuro. Il reddito dell’impresa è tassato in capo al titolare e il bilancio non è vincolato ad alcun obbligo di pubblicazione.

Impresa familiare

Nel caso in cui l’impresa individuale preveda la collaborazione di familiari si è in presenza di un’impresa familiare. Nell’impresa familiare possono collaborare il coniuge e i parenti entro il terzo grado nonché gli affini entro il secondo grado. L’impresa familiare deve essere costituita per atto pubblico o scrittura privata autenticata con l’indicazione dei collaboratori familiari. Il titolare risponde delle obbligazioni assunte in nome della ditta ed è esposto a eventuali procedure fallimentari mentre i familiari partecipano solo alla spartizione degli utili.

Impresa coniugale

L'impresa coniugale è quella costituita fra moglie e marito. La costituzione dell’impresa coniugale non richiede alcuna formalità. L’unico requisito sta nella scelta del regime patrimoniale di comunione dei beni. Il reddito è equamente ripartito tra i coniugi i quali sono entrambi responsabili delle obbligazioni dell’impresa.

Approfondimenti

A chi vuole avviare la propria attività commerciale suggerisco la lettura del mio e-book dal titolo Fare impresa. Si tratta di uno strumento che spiega dettagliatamente il processo di creazione e sviluppo dell'impresa nonché le tecniche e le strategie per limitare i rischi e amplificare le opportunità.

Articoli correlati

Tags: 

Aggiungi un commento