Elementi essenziali di un magazzino

Magazzino
Magazzino

La logistica rappresenta un settore cruciale per le imprese, ancora di più in seguito all’avvento del mercato online che ha portato una difficoltà aggiuntiva per quanto riguarda la gestione di quello che è il suo perno: il magazzino, appunto. Potremmo definire il magazzino un po’ come l’alfa e l’omega, il punto di inizio e quello di arrivo, di tutte le operazioni che interessano le merci: il loro smistamento, la loro catalogazione e via dicendo. In questo articolo ti racconto quali sono gli elementi essenziali per garantirne un’organizzazione ottimale.

L’importanza del banco da lavoro

Un punto essenziale, quando si dispone un magazzino, piccolo o grande che sia, è rappresentato dalla gestione della merce. Fondamentale definire con esattezza e precisione le aree e gli spazi interni, ma anche il punto in cui appoggiare ogni singolo oggetto.

In tal senso, si rivela indispensabile disporre un banco da lavoro, ma anche più di uno, in modo da avere i diversi strumenti a portata di mano. In commercio si trovano numerose realtà specializzate, come ad esempio Ractem, che offrono mobili in molteplici versioni, in grado di rispondere ai bisogni dei diversi professionisti che possono utilizzarli.

Pertanto, è bene tenere presente che i banchi da lavoro consentono di avere a disposizione un piano in cui poter lavorare in totale sicurezza, comodità, affidabilità. Attenzione, però, ad approfittare esclusivamente di soluzioni proposte proprio in quest’ottica, poiché solo in questo modo risulteranno decisamente valide per la fruizione quotidiana del magazzino.

Altri elementi indispensabili, statici e dinamici

I banchi da lavoro rappresentano un fattore centrale per l’efficienza del magazzino nonché la sua operatività al pari degli altri elementi statici quali scaffalature, building, aree di staging e via dicendo.

Si trovano integrati agli elementi dinamici come i carrelli, i quali possono essere di vari tipi a seconda della funzione che si trovano a svolgere: carico/scarico, messa a dimora, prelievo, ecc. A questi si aggiungono ulteriori attrezzature quali rulliere e quelle dedicate a una gestione della merce che avviene in maniera automatica.

L’importante è, quando si struttura e definisce un magazzino, non lasciare niente al caso e pianificare tutto nei minimi dettagli, nella gestione delle attrezzature come in quella degli spazi. Del resto, quello che rende un magazzino veramente efficace è pensarlo come un unicum, un impianto logistico in cui tutti gli elementi sono integrati in maniera funzionale così da garantire un’efficienza al top.

Prevedere ogni movimento

L’organizzazione degli elementi indispensabili in un magazzino va nell’ottica di un pensiero che risulta un vero e proprio motore alla base del suo funzionamento: quello di prevedere i singoli passaggi.

In tal senso si rivela essenziale predisporre dei software ad hoc da integrare con le singole attrezzature cui abbiamo accennato. Questi sono sempre più innovativi e concepiti in maniera mirata in base alle esigenze di ogni azienda e del suo magazzino. Evitano il dispendio inutile di risorse, la pianificazione di ogni movimento, la mappatura del magazzino nonché la sua tracciabilità, aiutando in un’ottica non solo di prevenzione degli errori ma anche di problem solving.

Tutte le mosse che ti ho segnalato permettono di gestire le modalità di ricevimento e posizionamento della merce. Cerca di disporre degli spazi liberi: questi si riveleranno un valore aggiunto per quei momenti in cui il flusso è maggiore.

ARTICOLI CORRELATI

Argomenti: 

Aggiungi un commento