Come aggiungere il tuo B&B su Airbnb e guadagnare subito

Bed & breakfast
Bed & breakfast

Airbnb è indubbiamente la piattaforma web che, più di tutte le altre, agevola l’incontro tra il gestore di un B&B e i turisti di tutto il mondo. Le politiche sulla community, infatti, garantiscono sicurezza e accessibilità non soltanto a chi pernotta nelle camere messe a disposizione ma anche ai gestori che aprono le proprie abitazioni e accolgono gli ospiti. Airbnb permette ai gestori di B&B di iniziare a guadagnare subito. A patto di aggiungere il proprio bed & breakfast nel marketplace. Ti spiego come fare.

SULLO STESSO ARGOMENTO
Bed & breakfast e affittacamere Bed & breakfast e affittacamere
Maggioli Editore, 2020
€ 52,00 € 44,20

Cos’è un B&B

Il B&B è una struttura ricettiva simbolo dell’ospitalità familiare. È indubbiamente, fra i nuovi business 2021, l’attività più facile da avviare e più semplice da gestire. Si avvia, infatti, tramite una semplice comunicazione al Comune di appartenenza e si gestisce avvalendosi della propria organizzazione familiare.

Gestire un B&B è, quindi, semplice: l’attività consiste nell’offrire ospitalità ai turisti provenienti da tutto il mondo all’interno della propria abitazione. L’ospitalità è da intendersi esclusivamente come la fornitura di un posto letto e della prima colazione.

A stabilirne le regole sono le Regioni che hanno disciplinato il fenomeno attraverso delle proprie normative. A completamento di ciò, tuttavia, intervengono anche le disposizioni nazionali in riferimento a fisco e tributi. Anche i Comuni, a dire il vero, fanno la loro parte in quanto dettano i criteri per la presentazione della comunicazione o della segnalazione certificata di inizio attività, indispensabile per mettere in regola l’attività.

Ho trattato il tema inerente alle normative regionali (e ti ho fornito tutte le leggi regionali vigenti) in un altro articolo nel quale hai imparato come aprire un b&b di successo. È un articolo che ti potrà aiutare anche a valutare la tua business idea e l’immobile, a completare una pianificazione economica e a portare a termine gli adempimenti fiscali e amministrativi.

Cos’è Airbnb

Airbnb è una società di San Francisco, negli Stati Uniti, da circa un anno quotata al NASDAQ. La società è proprietaria dell’omonimo marketplace grazie al quale mette in contatto i proprietari di B&B (chiamati anche Host) e i turisti di tutto il mondo.

Facciamo chiarezza. A dispetto del nome della società dove la definizione “BnB” lascia presupporre che la piattaforma ospiti esclusivamente bed & breakfast, in realtà il marketplace è aperto a tutte le strutture ricettive: case vacanze, chalet, castelli, case al mare, agriturismo, alloggi vari.

La piattaforma è stata aperta nel 2007 da Brian Chesky, Joe Gebbia e Nate Blecharczyk. All’epoca sembrava essere un’idea improbabile per funzionare. Oggi la piattaforma ospita 4milioni di Host che condividono il proprio bed & breakfast con tutto il mondo.

Il modo in cui è stata concepita l’idea di aprire Airbnb è alquanto bislacco. I tre amici abitavano in un appartamento a San Francisco e, squattrinati, cercavano un modo per pagare l’affitto. In quel periodo una importante conferenza aveva esaurito tutti i posti letto negli alberghi della zona. Ecco l’idea! Gonfiare tre materassini e trasformare il proprio appartamento in un bed & breakfast. Ma come comunicare ai turisti la disponibilità di tre posti letto? Tramite un sito web. Nasce così Airbnb.

La piattaforma Airbnb offre spazi per pubblicare, offrire, cercare e prenotare servizi di alloggio. Tutto questo sfruttando la potenza del Web. Per questo motivo Airbnb ti offre il potenziale che puoi sfruttare se stai pensando di avviare un business online con il tuo bed & breakfast.

Della piattaforma Airbnb, della procedura per inserire correttamente il proprio B&B sul marketplace e delle strategie che possono essere utilizzate per massimizzare le vendite te ne parlo nel mio libro intitolato Bed & breakfast e affittacamere. Nel libro ho dedicato un intero capitolo all’argomento, focalizzando le problematiche che potrebbero riguardare i gestori e individuando le possibili soluzioni. Ad esempio, ti sei mai chiesto come puoi inserire il tuo B&B fra i primi risultati che il motore di ricerca di Airbnb propone? Oppure come potresti attirare ospiti e ricevere molte prenotazioni? Ecco, nel libro che ho scritto e ti ho suggerito troverai risposte a tutti i tuoi dubbi.

Creare un account Airbnb

Se vuoi aggiungere il tuo B&B su Airbnb la prima cosa da fare è creare un account ossia procedere con la registrazione al sito web di Airbnb. La procedura è gratuita e può essere conclusa anche tramite app mobile.

Airbnb favorisce la condivisione delle camere del tuo B&B con i turisti di tutto il mondo. Alla base di questo lavoro vi è anche la garanzia di sicurezza. È per questo che profili personali e annunci verranno verificati (niente di strano, quindi, se ti verrà chiesto di trasmettere una copia della tua carta d’identità). Inoltre, la piattaforma mette a disposizione un sistema di messaggistica che permette a Host e ospiti di comunicare tra di loro.

Solo dopo avere concluso la registrazione al sito potrai inserire un annuncio del tuo bed & breakfast.

Guadagna con il tuo B&B

Come ho avuto modo di dirti, il marketplace Airbnb non ospita soltanto B&B ma è aperto ad ogni tipologia di alloggio. Per questo motivo, nel momento in cui andrai ad inserire un annuncio, il marketplace ti chiederà la tipologia del tuo alloggio. Potrai, infatti, scegliere tra affittare una casa intera, una stanza in un bed & breakfast, un cottage, una roulotte o un altro spazio.

A tal proposito ti ricordo che in Italia l’attività di bed & breakfast è regolata da normative regionali. Attenzione anche ai regolamenti comunali che disciplinano l’avvio dell’attività. Infine, per quanto riguarda gli aspetti fiscali, valgono sempre le leggi nazionali e, per le imposte sui redditi, il TUIR. Leggi il libro Bed & breakfast e affittacamere per conoscere tutti i regolamenti e le disposizioni di legge che riguardano il tuo bed & breakfast ed evita le sanzioni previste per chi viola quanto previsto.

Per guadagnare con il tuo B&B dovrai, quindi, creare un annuncio con il quale imposti il prezzo, la disponibilità e le regole. Gli ospiti che leggeranno il tuo annuncio e decideranno di passare le proprie vacanze presso il tuo B&B prenoteranno tramite il marketplace. Riceverai una richiesta di prenotazione che dovrai accettare. In questo modo hai stipulato un contratto con il tuo ospite e diventi responsabile della fornitura del servizio. Con l’accettazione della prenotazione, inoltre, accetti di pagare ad Airbnb i costi di servizio.

L’annuncio deve contenere informazioni complete e accurate sul tuo servizio e sul prezzo nonché sulle regole della casa. Attenzione, inoltre, a tenere aggiornate le informazioni sulla disponibilità delle camere. Sarebbe imbarazzante, infatti, che il tuo ospite prenota una camera per poi scoprire che questa non è disponibile in quanto già prenotata da altri turisti.

Senza contare, poi, che Airbnb prevede sanzioni per gli Host che cancellano le prenotazioni dei propri ospiti. Per risolvere la problematica è sempre meglio utilizzare questo gestionale bed & breakfast. È gratuito e semplice da utilizzare. Questo software gestione prenotazioni B&B ti semplificherà il lavoro e ti offrirà un valido aiuto nella gestione delle camere e dei posti letto.

Gli annunci, così inseriti, sono soggetti a posizionamento da parte di Aribnb all’interno dei risultati di ricerca. Potrà capitare, pertanto, che la posizione del tuo annuncio sia alle prime pagine oppure alle ultime. Ciò dipende da una serie di fattori come, ad esempio, i parametri di ricerca che hanno inserito gli ospiti oppure le caratteristiche dell’annuncio stesso. Ma incidono anche l’esperienza di prenotazione da parte dell’ospite o i requisiti dell’Host. Quanto più vicino ai primi risultati del motore di ricerca è il tuo annuncio, maggiore è la probabilità di ricevere prenotazioni. Il ranking, pertanto, influisce molto su quanto guadagna un bed and breakfast.

Quanto costa Airbnb

La fornitura del servizio di Airbnb è a pagamento. Ma questo avviene solo quando un ospite prenota il tuo B&B. Una parte dei costi del servizio è a carico dell’ospite. L’altra parte è, invece, a carico tuo. In linea generale ti verrà chiesto di riconoscere ad Airbnb una percentuale compresa tra il 3% e il 15% del prezzo pagato dal tuo ospite, variabile in base al tipo di servizio che ti offre la piattaforma.

Più nel dettaglio, dal compenso la trattenuta sui pagamenti avviene nel seguente modo:

  • il tuo ospite prenota una camera e procede con il versamento ad Airbnb del prezzo che tu hai indicato nella piattaforma maggiorato della commissione a carico dell’ospite;
  • Airbnb trattiene il pagamento fino al check-out e, in assenza di contestazioni, ti riconoscerà il prezzo al netto della commissione a tuo carico.

Garantisci una esperienza nel tuo B&B

Per quale motivo i turisti dovrebbero alloggiare proprio nel tuo bed & breakfast? Ti sei mai posto questa domanda? Sicuramente avrai decine di motivi e giustificazioni da darmi. Ma se veramente vuoi lasciare il segno, se vuoi che i turisti che pernottano nel tuo B&B tornino a trovarti o suggeriscano la tua struttura ai propri parenti e amici devi garantire una esperienza.

Le esperienze sono attività organizzate dagli host che coinvolgono gli ospiti del B&B. Sono così importanti poiché creano legami tra le persone. E Airbnb lo sa bene. Per questo motivo ti permette di offrire ai tuoi ospiti una esperienza unica attraverso lezioni, tour, concerti o altre attività. Il valore aggiunto è dato dalla tua esperienza a offrire opportunità ai tuoi ospiti.

Le tue passioni e le tue competenze, se messe a disposizione dei tuoi ospiti, contribuiscono a garantire un’esperienza unica nel tuo B&B.

Diventa Superhost di Airbnb

I Superhost sono Host esperti che rappresentano un eccellente modello da seguire per tutti gli altri e propongono esperienze straordinarie ai propri ospiti. Il Superhost può essere facilmente riconosciuto grazie ad un badge identificativo che apparirà automaticamente su ciascun annuncio e sul profilo personale.

Recensioni e valutazioni

Le recensioni sono utili per scambiare feedback. In linea generale un ospite può lasciare la propria recensione (positiva o negativa) sul servizio di ospitalità ricevuto mentre l’Host può lasciare la propria recensione in riferimento al comportamento dell’ospite.

Più nel dettaglio, una volta completato il check-out ti verrà chiesto di scrivere una recensione e di fornire una valutazione in stelle sul tuo ospite. Devi inviare la recensione entro 14 giorni, oltre i quali non potrai comunque modificarla. La pubblicazione delle recensioni avverrà dopo che entrambe le parti (Host e ospite) avranno completato e, comunque, una volta decorso il periodo di 14 giorni.

Le recensioni possono essere scritte anche in riferimento alle esperienze. In questo caso i tuoi ospiti hanno 30 giorni di tempo per farlo.

Se ricevi una recensione negativa potrai rispondere o segnalarla ma non ti sarà consentito eliminarla. Rispondere ad una recensione negativa è molto importante anche per fornire il tuo punto di vista su una situazione o commentare il feedback.

Le valutazioni si esprimono in stelle. Un maggior numero di stelle corrisponde ad una valutazione più alta. Il totale delle valutazioni di tutti i tuoi ospiti sarà mostrato all’interno del tuo annuncio e nel motore di ricerca.

Imposte e tasse

In quanto gestore di bed & breakfast (o, se preferisci, Host), sei responsabile delle imposte e delle tasse che devi versare all’erario. Occorre, quindi, che tu conosca la normativa fiscale bed and breakfast. Fra le imposte e le tasse potresti essere soggetto a IVA, imposte di soggiorno, imposte dirette e altre imposte sul reddito.

Fai attenzione perché, qualora dovessi dimenticare il pagamento di un tributo, scatterebbero in automatico le sanzioni. Per questo puoi affidarti al libro Bed & breakfast e affittacamere nel quale puoi trovare tutte le istruzioni per gestire correttamente il tuo bed & breakfast.

ARTICOLI CORRELATI

Argomenti: 

Aggiungi un commento