Nozioni base per investire nelle opzioni binarie

Le opzioni binarie sono una scommessa su un trend di un certo titolo: si punta, quindi, sull'andamento al ribasso o al rialzo di un certo titolo nel breve, medio o lungo termine. Da qui la necessità e la difficoltà di avere titoli che assumano solo due valori (da qui binario). Esemplificando, le opzioni binarie sono una tipologia di investimento in cui sono possibili solo due esiti ossia indovinare il trend (e, pertanto, guadagnare) oppure non indovinare il trend (e, pertanto, perdere). Vediamo di conoscere nel dettaglio le nozioni di base delle opzioni binarie.

Negli ultimi anni lo sviluppo di applicazioni e di piattaforme di Borsa online hanno incoraggiato sempre più persone a investire in autonomia i propri risparmi senza necessariamente ricorrere a intermediari finanziari. La prima regola che si impara è che in ogni investimento la somma di denaro che si può guadagnare dipende molto dall'investimento stesso. Fra gli strumenti più diffusi tra gli investitori vi sono le obbligazioni italiane che attualmente offrono un rendimento troppo basso per chi vuole guadagnarci qualcosa e le azioni che presentano un elevato indice di rischiosità e offrono rendimenti più alti. Ma è sulle opzioni binarie che vogliamo focalizzare l'attenzione in quanto rappresentano un mercato in cui tutti possono investire, anche senza grandi conoscenze di economia e finanza: si sceglie un titolo e si punta su un trend.

Quella delle opzioni binarie è una tipologia di investimento preferita anche da chi non ha grosse quantità di capitali da investire. Basti pensare che la somma minima per aprire un conto di trading è solitamente di un centinaio di euro. Inoltre, la facilità nella procedura di negoziazione rende questo strumento accessibile a tutti. Se si riesce a indovinare l'andamento del trend, la quota di guadagno del trader può raggiungere anche l'80% della somma investita.

Nelle opzioni binarie si distinguono le call option e le put option. Le prime si verificano quando si acquista perché si prevede che, entro il tempo di scadenza dell'opzione, il prezzo dell'asset salirà; le seconde si verificano quando si acquista perché si prevede che, entro il tempo di scadenza dell'opzione, il prezzo del sottostante scenderà. L'attività sottostante può essere un qualsiasi bene: valute, azioni, commodity o indici. Una volta acquistata l'opzione binaria occorre attendere la data di scadenza dell'opzione stessa.

Quando si investe in opzioni binarie occorre fare attenzione al prezzo e al tempo. Il prezzo ci indica sia il costo per investire in una specifica opzione, sia la remunerazione che l'opzione ha per il trader; il tempo è il periodo entro il quale l'opzione si completa. Ad esempio, le opzioni binarie sulle valute Forex può avere una quota di remunerazione del 75% e una durata di 2 minuti. In questo modo nel giro di qualche minuto si riuscirà ad avere il 75% della somma investita. La scadenza è solitamente decisa da broker e può andare da 2 minuti a oltre un mese.

Ogni investitore ha le proprie strategie adatte alle opzioni binarie ma personalmente ritengo che il punto di partenza per un buon investimento sia l'analisi dei grafici candlestick dai quali estrapolare ogni segnale che possa permettere di fare trading con la maggior precisione possibile. L'utilizzo dei grafici nella strategia di trading consentirà, infatti, di scegliere i punti di entrata e di uscita in modo efficiente.

Articoli correlati

Argomenti: 

Aggiungi un commento