Fisco

Precompilata IVA 2024: novità e scadenza della dichiarazione

Dallo scorso 12 febbraio è disponibile la dichiarazione precompilata IVA 2024. Imprenditori e professionisti possono così accedere al portale Fatture e Corrispettivi dell’Agenzia delle entrate, verificare la correttezza dei dati contenuti e procedere con la trasmissione della dichiarazione. In questo articolo ti riepilogo le novità e i termini di scadenza.

Trattamento contabile e fiscale dell'autoconsumo

L’autoconsumo è l’utilizzo di beni destinati al consumo personale dell’imprenditore o dei soci o ad altre finalità estranee all’impresa. Si tratta di un’operazione che ha rilevanza sia contabile che fiscale, in quanto comporta la variazione del patrimonio aziendale e l’applicazione dell’IVA. In questo articolo vedremo come trattare l’autoconsumo dal punto di vista contabile e fiscale.

Imposta di bollo su fatture elettroniche: in scadenza il 4° trimestre 2023

Il 29 febbraio 2024 scade il termine per il versamento dell’imposta di bollo sulle fatture elettroniche relative al 4° trimestre 2023. In questo articolo ti ricordo i termini e le modalità di versamento dell’imposta di bollo sulle fatture elettroniche prevista in scadenza a fine mese.

Dichiarazione IVA 2024: le novità e il termine di scadenza

È tutto pronto per la dichiarazione IVA 2024. Con l’approvazione dei modelli di dichiarazione da parte dell’Agenzia delle entrate, gli operatori potranno già iniziare a programmare l’attività. Attenzione, poi, anche al termine di scadenza entro il quale provvedere alla presentazione della dichiarazione. In questo articolo ti dirò quali sono le novità del modello e il termine di scadenza entro il quale deve essere presentata la dichiarazione IVA relativa all’anno appena concluso.

Novità IVA 2024: aliquote ridotte e sgravi

La legge di bilancio 2024 ha introdotto una serie di novità in materia di IVA che avranno un impatto significativo sulle imprese e sui consumatori italiani. In particolare, per favorire la ripresa economica è stabilita la riduzione delle aliquote IVA sul pellet e gli sgravi per le cessioni di beni ai viaggiatori extra-UE. Vediamo nel dettaglio quali misure sono adottate ai fini IVA con particolare riferimento ad aliquote ridotte e sgravi.

Come si richiede il durc online: guida pratica

Il durc (documento unico di regolarità contributiva) è un certificato che attesta la regolarità delle aziende nei confronti degli enti previdenziali e assicurativi, come INPS, INAIL e Casse edili.È necessario per partecipare a gare d'appalto pubbliche e private, ottenere licenze edili, avviare cantieri, accedere a sovvenzioni e agevolazioni. Dal 2015, la richiesta del durc avviene esclusivamente online, tramite i siti INPS o INAIL, con modalità semplificate e in tempo reale. Vediamo come fare.

Presupposti IVA oggettivo e soggettivo e luogo delle operazioni

L’IVA è un’imposta indiretta che grava sul consumo finale dei beni e dei servizi. Al fine dell'applicazione dell'IVA occorre la sussistenza di specifici requisiti. In tale contesto si riscontrano due differenti presupposti: presupposto oggettivo, che riguarda le cessioni di beni, le prestazioni di servizi e le importazioni di beni, e presupposto soggettivo, che prevede che il soggetto che effettua la cessione di beni o la prestazione di servizi sia qualificato come soggetto passivo d'imposta. Occorre, inoltre, fare molta attenzione al luogo di effettuazione dell'operazione.

Canone RAI 2024 per B&B: regole per l'abbonamento ordinario e speciale

I B&B che mettono a disposizione dei propri ospiti un televisore sono obbligati al pagamento del canone RAI. Si tratta, più in particolare, del canone speciale il cui importo per il 2024 è compreso tra euro 203,70 e 407,35. Tuttavia, in alcuni casi, il gestore può procedere al pagamento del canone relativo all'abbonamento ordinario, il cui importo per il 2024 sembra essere stabilito nella misura di euro 70,00 (al netto di eventuali colpi di scena in sede di approvazione della legge di bilancio). Ma ti spiego tutto in questo articolo.

Tutto quello che devi sapere sull’imposta di bollo per le fatture elettroniche

Per espressa previsione di legge, su talune fatture elettroniche è obbligatorio corrispondere l’imposta di bollo. L’adempimento riguarda tutti i coloro che emettono fatture elettroniche ma, più di tutti, coinvolge gli imprenditori che adottano il regime forfettario e i professionisti. Se sei un imprenditore o un professionista, quindi, questo articolo ti servirà a chiarirti le idee in quanto ti permetterà di apprendere tutto quello che devi sapere sull’imposta di bollo per le fatture elettroniche.

Affitti brevi 2024: quando aprire la partita IVA

La legge di bilancio 2024, attualmente in fase di discussione, prevede a partire del prossimo anno un aumento della tassazione in capo ai privati che mettono in affitto il proprio immobile o parte di esso per brevi periodi con la formula degli affitti brevi. Nulla cambia, invece, per il limite stabilito oltre il quale l’attività debba intendersi esercitata in forma di impresa e quindi richiede l’apertura della partita IVA. In questo articolo ti dirò fin dove potrai spingerti con i tuoi affitti brevi e quando sarai costretto ad aprire la partita IVA.