Procedura contabile per l'ammortamento dei beni strumentali

Ammortamento
Ammortamento

L’ammortamento è una procedura economico-contabile che prevede la ripartizione del costo dei beni strumentali per tanti anni quanto risulta essere la vita utile dei beni stessi attraverso una percentuale che prende nome di coefficiente di ammortamento.

I beni strumentali vengono inseriti in bilancio fra le attività dello stato patrimoniale e, proprio attraverso il processo di ammortamento, confluiscono nel conto economico. Per beni strumentali si intendono tutti quei beni la cui utilità non si esaurisce nell’arco di un solo esercizio come immobili, mobili, computer ma anche licenze per software e avviamento.

Nel passivo dello stato patrimoniale, invece, è allocato il fondo ammortamento che rappresenta la quota del bene strumentale già ammortizzata. In definitiva, il processo contabile dei cespiti coinvolge tre conti:

  • Immobilizzazione
  • Ammortamento
  • Fondo ammortamento

Si pensi, ad esempio, alla ditta Alfa S.r.l. che nel corso dell’esercizio n acquista mobili e arredi per un valore di euro 10.000. Il processo di ammortamento prevede un coefficiente del 20%, pertanto, il cespite risulterà interamente ammortizzato in cinque anni. La ditta Alfa S.r.l. si troverà in bilancio i seguenti valori:

Anno Mobili e arredi Ammortamento mobili e arredi Fondo ammortamento mobili e arredi
n 10.000,00 2.000,00 2.000,00
n+1 10.000,00 2.000,00 4.000,00
n+2 10.000,00 2.000,00 6.000,00
n+3 10.000,00 2.000,00 8.000,00
n+4 10.000,00 2.000,00 10.000,00

Dal prospetto si nota come il costo di acquisto rimane invariato nel corso degli anni, la quota di ammortamento risulta essere costante al 20% mentre il fondo ammortamento si incrementa proporzionalmente per la quota di ammortamento annua. Al termine del quinto anno, nell’esercizio n+4, il cespite sarà interamente ammortizzato.

L'Oic 16 dispone che l'ammortamento deve iniziare nel momento in cui il cespite è disponibile e pronto all'uso.

L'ammortamento ordinario è calcolato in base alle tabelle ministeriali ed è ridotto alla metà per il primo esercizio di entrata in funzione dei beni (nuovi o usati). Se i beni non sono previsti nella tabella specifica occorre fare riferimento al coefficiente previsto in altra tabella avendo cura di verificare che il bene sia sottoposto allo stesso processo di usura (Cassazione, sent. 5241 del 12 maggio 1995).

I cespiti destinati alla vendita devono essere riclassificati nell'attivo circolante (Oic 16) e non più assoggettati ad ammortamento. Sono valutati al minore tra il valore netto contabile e il valore di realizzazione desumibile dall'andamento di mercato. Per la riclassificassione è previsto che il bene sia vendibile nelle condizioni in cui si trova al momento della data di riferimento del bilancio, non deve richiedere sostanziali modifiche prima che si possa procedere all'alienazione, la vendita è altamente probabile considerando anche il prezzo di vendita e le condizioni di mercato ed, infine, che la vendita avvenga nel breve periodo.

In riferimento all'aspetto fiscale, il TUIR prevede che le quote di ammortamento di immobili, impianti, macchinari e degli altri beni mobili sono deducibili a partire dal periodo d'imposta nel quale il bene è stato utilizzato, in base all'aliquota stabilita nella tabella ministeriale. La Cassazione, con sentenza 12502/2014, ha interpretato in senso estensivo il concetto di entrata in funzione ammettendo la deducibilità di quote di ammortamento relative a cespiti non effettivamente utilizzati in quanto acquisiti con l'obiettivo di sostituire, in caso di emergenza, i cespiti effettivamente utilizzati.

Sempre in materia di ammortamento ti ricordo che il decreto Agosto (art. 60, commi da 7-bis a 7-quinquies del D.L. 14 agosto 2020, n. 104, convertito in legge 13 ottobre 2020, n. 126) consente di non effettuare in tutto o in parte le quote dell’ammortamento annuo 2020, in deroga all’art. 2426, comma 1, numero 2) c.c., secondo cui l’ammortamento deve essere eseguito in modo sistematico per imputare il costo di acquisto delle immobilizzazioni lungo la durata della vita utile del cespite.

Per un maggior approfondimento sul complesso tema degli ammortamenti nonché per la corretta applicazione di tutte le voci di bilancio (anche in riferimento alle conseguenze sui bilanci 2021 delle più importanti normative) puoi vedere Il dizionario dei bilanci 2021: Tutte le voci del bilancio dalla A alla Z.

Articoli correlati

Argomenti: 

Aggiungi un commento